Furti e rapine in abitazioni e distributori nel Barese, preso uno dei componenti del commando armato

Gli episodi contestati al 25enne bitontino si riferiscono ai mesi di dicembre 2016 e gennaio 2017. Sempre lo stesso il modus operandi della banda, che utilizzava un'auto di color nero, sempre con targe diverse

Aveva fatto parte del commando che tra dicembre del 2016 e gennaio del 2017 aveva rapinato diversi distributori di benzina e commesso furti in abitazione tra Modugno e Corato. Dopo diversi mesi di indagini, è così finito in carcere un pregiudicato 25enne bitontino, già oggetto di diverse perquisizioni, sia veicolari che domiciliari, durante le quali sono stati ritrovati gli indumenti ripresi dalle telecamere di sicurezza degli esercizi commerciali, alcuni gratta e vinci rubati e una teca asportata a Bitonto.

Furti e rapine nel Barese

Diversi gli episodi contestati al componente della banda, legato a una delle famiglie criminali di Bitonto. Il primo nella nottata del 12 dicembre 2016, quando quattro uomini facevano irruzione in una abitazione di Bitonto e, dopo aver forzato con la fiamma ossidrica una cassaforte, riuscivano ad asportare gioielli, soldi e carte di credito. Proprio l’utilizzo di una carta, avvenuta pochi minuti dopo il furto, in diversi sportelli bancari ed esercizi commerciali della zona, consentiva, tramite l’acquisizione delle telecamere di videosorveglianza, di individuare il 25enne, a bordo della stessa autovettura di colore nero.

Il suo volto, nonostante fosse parzialmente nascosto, era stato riconosciuto dai militari della locale Stazione dei carabinieri. Pochi giorni dopo, la stessa auto, ma con un'altra targa, veniva utilizzata dai malfattori per portare a segno una rapina a mano armata, con tanto di pistola, in un distributore di benzina e annesso bar, lungo la strada statale 96. I malviventi avevano asportato tabacchi, gratta e vinci, dolciumi e 5mila euro in contanti. La scena si ripeteva il giorno successivo a Corato, in un distributore sulla Provinciale 231 e del bar posizionato nell’area antistante. Il meccanismo era lo stesso degli altri colpi:sStessi individui, stessa auto, con targa nuovamente cambiata, una pistola puntata al benzinaio ed alla cassiera del bar per un bottino di 750 euro in contanti, oltre a tabacchi ed una teca.

Oggetti ritrovati nelle disponibilità del 25enne, che hanno così consentito alla Procura della Repubblica di richiedere ed ottenere dal Gip del Tribunale di Bari un'ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata prontamente eseguita dai militari della Stazione di Bitonto. Proseguono le indagini per il ritrovamento dei complici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento