menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Escavatori rubati nelle campagne del Barese e riciclati all'estero: dodici denunce

Indagine della Polstrada di Taranto: le macchine, sottratte nel capoluogo pugliese e nel tarantino, venivano trasferite nel casertano per essere poi rivenduti sul mercato nero in Grecia

Rubavano pale meccaniche e macchine operatrici nelle campagne del Barese e del Tarantino, per poi trasferirle nell'hinterland casertano e smistarle talvolta anche sul mercato estero.

Ad individuare la presunta organizzazione è stata la Squadra di polizia giudiziaria della Sezione Polizia stradale di Taranto. Per dodici persone è scattata la denuncia: sei di esse rispondono anche di associazione per delinquere. Alla banda vengono contestati anche furti in abitazione, detenzione illegale di armi da fuoco, detenzione di banconote contraffatte, simulazione di reato, danneggiamento e omessa custodia di beni sottoposti a sequestro. Secondo l'accusa, le attività illecite della presunta organizzazione avrebbero fruttato profitti per circa 500mila euro.

Una volta rubate e trasferite in Campania, le macchine operatrici, attraverso due indagati, venivano riciclate all'estero, prevalentemente in Grecia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento