Furti nelle aziende agricole del Barese: sgominata organizzazione criminale, otto arresti

Le indagini, partite da Foggia, hanno portato all'individuazione di una banda di baresi. A Cerignola la 'base' per la ricettazione della merce rubata. Oltre una decina i colpi contestati, in diversi centri agricoli della provincia

Avrebbero costituito un'associazione a delinquere finalizzata ai furti di mezzi e merci all'interno di aziende agricole del Barese. L'indagine, partita da Foggia, ha portato in carcere otto persone, tutte baresi, mentre un nono soggetto è ricercato.

I furti nel Barese, la base della ricettazione a Cerignola

L'attività, coordinata dalla Procura di Foggia, ha visto impegnati agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Foggia e del  Servizio Centrale Operativo. Agli arresti hanno collaborato i poliziotti della Squadra Mobile di Bari e del Reparto Prevenzione Crimine. Oltre una decina i colpi accertati e contestati alla banda, messi a segno nel periodo tra marzo e giugno 2018 nel Barese, in particolare tra Gioia del Colle, Adelfia, Turi e Rutigliano. Le merci rubate - autocarri, alcuni contenenti pedane in acciaio, gasolio, carrelli elevatori, transpallet, pedane di concime, muletti elettrici, carica batterie, idro pulitrici, lavapavimenti - avevano come destinazione Cerignola, dove avrebbe agito il ricettatore del gruppo, un pregiudicato del luogo.

>>> I NOMI DEGLI ARRESTATI <<<

L'avvio delle indagini

L'attività investigativa è stata avviata dalla polizia di Foggia, insieme al personale del Servizio Centrale Operativo, con l'obiettivo di monitorare pregiudicati dell’area cerignolana dediti in particolare agli assalti ai portavalori. Così gli investigatori hanno individuato uno presunti dei componenti della banda, il barese Vito Satalino, che da precedenti indagini era già risultato essere in collegamento con personaggi dell’area cerignolana. Monitorando la sua autovettura, gli investogatori sarebbero all'organizzazione criminale, composta da pregiudicati dell’area barese.

>>> VIDEO: GLI SPOSTAMENTI E LE CONVERSAZIONI DELLA BANDA <<<

L'organizzazione e la divisione dei ruoli

Fondamentali, ai fini delle indagini, sono risultate essere le conversazioni captate a bordo di autovetture, con le quali il gruppo si reca a consumare i vari furti, nelle quali si faceva riferimento alla pianificazioe dei furti, o in cui si commentava il rinvenimento da parte della polizia di alcuni mezzi precedentemente rubati. Gli investigatori hanno inoltre accertato "l'esistenza di una tipica associazione a delinquere", in cui "vi era il capo organizzatore dell’attività delittuosa, vi era chi aveva il compito di trasportare e recuperare dal luogo del furto  i complici, vi era chi  copriva l’attività dei complici  nel corso dell’esecuzione materiale del furto e trasportava nel luogo sicuro  il bene provento del furto e vi erano da ultimo i materiali  esecutori del furto  del mezzo che poi riportavano in un luogo sicuro".

*Ultimo aggiornamento ore 12.15

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento