Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Furti a raffica in supermercati e negozi, minacce e botte al proprietario che li aveva scoperti: presa banda di 'specialisti', tre baresi in manette

Arrestati un uomo e due donne, accusati di otto colpi messi a segno nel Nord Barese. Le indagini partite dopo uno degli episodi, in cui sorpresi durante il furto, avevano minacciato e aggredito il proprietario dell'attività commerciale

 

Erano specializzati in furti in supermercati e negozi. La banda di baresi - due donne di 31 e 27 anni e un giovane di 20 - agiva sempre in trasferta, nel territorio del nord della provincia e nella Bat. Otto in tutto i colpi contestati al gruppo, a danno di attività commerciali nei Comuni di Molfetta, Ruvo di Puglia, Trani e Barletta.

Le indagini, condotte dai carabinieri della Compagnia di Trani al comando del maggiore Francesco Nacca, e coordinate dalla Procura di Trani,  sono partite nel gennaio 2019, quando i carabinieri intervengono in un supermercato tranese, dove poco prima tre soggetti avevano consumato un furto. Scoperti dal proprietario dopo aver asportato prodotti alimentari per 100 euro, i tre, al fine di assicurarsi la fuga, lo avevano minacciato di morte, aggredendolo e  provocandogli  lesioni guaribili in 5 giorni (per questo episodio rispondono di rapina).

I militari hanno quindi effettuato uno scrupoloso sopralluogo riuscendo ad ottenere valide testimonianze da chi aveva assistito ai momenti concitati della colluttazione. Dichiarazioni poi risultate fondamentali per l’orientamento delle indagini, che sono state alimentate dall’acquisizione di immagini di impianti di videosorveglianza pubblici e privati che hanno consentito di individuare anche l’autovettura con cui i malviventi si erano dati alla fuga. Tutto ciò è stato poi approfondito attraverso un meticoloso lavoro di ricerca, presso altri Reparti dell’Arma, di denunce per furti e rapine operate in danno di esercizi commerciali con lo stesso “modus operandi”.

Grazie a queste attività investigative i militari della Stazione di Trani sono riusciti ad acquisire  importanti  elementi probatori che hanno attribuito agli indagati le loro responsabilità su altri 7 furti commessi da luglio 2018 a tutto il 2019, riuscendo ad asportare merce  per un corrispettivo in denaro di circa 2.000 euro.

Gli arrestati, tutti con numerosi precedenti penali per reati prevalentemente contro il patrimonio, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le proprie abitazioni, a disposizione della competente A.G.. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento