Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Giovinazzo

"Dammi 300 euro per riavere la macchina rubata", in manette 24enne bitontino

Continua la repressione del cosiddetto 'cavallo di ritorno'. L'8 aprile scorso a Giovinazzo la vittima aveva denunciato il ritrovamento casuale del mezzo, temendo ritorsioni

“Se sei interessato a riavere la tua auto, dammi 300 euro”. Era questa la frase con cui un 24enne di Bitonto si rivolgeva alle persone a cui era stata da poco rubata l'auto, chiedendo una somma per la restituzione. L'ultimo episodio del cosiddetto 'cavallo di ritorno' era avvenuto la sera dell'8 aprile a Mariotto, nel Barese, dove in pochi minuti i ladri avevano scassinato una Fiat Panda parcheggiata per strada e se l'erano portata via.

Alla vittima non è rimasto altro che pagare, prelevando la somma richiesta da un bancomat. Dopo aver riavuto l'auto - raggiungendo il luogo indicatogli a Giovinazzo -, l'uomo ha denunciato ai carabinieri il ritrovamento casuale del mezzo, temendo ritorsioni da parte dei soggetti. Una versione che però non ha convinto i militari, riusciti ieri sera dopo una serie di indagini a fermare il ragazzo - incensurato - e ad arrestarlo. Ora è ai domiciliari in attesa di essere giudicato per estorsione aggravata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dammi 300 euro per riavere la macchina rubata", in manette 24enne bitontino

BariToday è in caricamento