Cronaca

Bucano muro di una gioielleria, presi nello scantinato: due ladri in manette

Arrestati due cittadini georgiani: i malviventi avevano coperto telecamere e sensori d'allarme con della carta stagnola. Gli agenti li hanno catturati mentre cercavano di fuggire

Un vero e proprio buco per entrare, di notte, in una gioielleria e compiere un furto: strategia, secondo gli inquirenti, adottata da due cittadini georgiani di 29 e 28 anni, accusati di furto aggravato e possesso di arnesi atti allo scasso. I malviventi hanno preso di mira un negozio del centro cittadino: per evitare che venissero rintracciati avevano ricoperto con carta stagnola i sensori e alcune telecamere di videosorveglianza. Nonostante questo espediente la proprietaria della gioielleria era stata allertata, provvedendo subito a chiamare la polizia. Gli agenti, sollevando la serranda dell'esercizio commerciale, hanno notato il foro della parete perimetrale che dava su alcuni locali adiacenti. I ladri erano nascosti nel seminterrato: inutile il tentativo di fuga attraverso le scale. Con sé avevano una torcia a led, 255 euro ritenuti provento della gioielleria e un telefono cellulare. Inoltre, accanto al buco sono stati rinvenuti vari strumenti utilizzati dai due arrestati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bucano muro di una gioielleria, presi nello scantinato: due ladri in manette

BariToday è in caricamento