Tentano di scassinare serrature per ripulire appartamenti: due uomini arrestati, complici in fuga

In manette un 39enne ed un 26enne: i due sono accusati di tentato furto aggravato in concorso. Gli episodi sono avvenuti nello scorso mese di aprile a Palo del Colle

Un 39enne ed un 26enne sono stati arrestati dai Carabinieri poiché accusati di far parte di un gruppo ritenuto responsabile di tentati furti nelle abitazioni di Palo del Colle: l'ordinanza è stata emessa dal gip del tribunale di Bari su richiesta della Procura della Repubblica: i due dovranno rispondere di tentato furto aggravato in concorso. Contestati almeno due episodi: il primo risale lo scorso 13 aprile quando 5 persone travisate, tra cui i due arrestati, fecero irruzione in una casa approfittando dell'assenza dell'anziana proprietaria. L'arrivo della donna non permise ai malfattori di completare il furto, fuggendo via ripresi dalle telecamere di sorveglianza della zona.

Il secondo episodio avvenne 4 giorni dopo, all'ingresso di un condominio di via Veneto: stavolta il gruppo avrebbe tentato di forzare la porta d'ingresso mentre all'interno vi erano i proprietari, insospettiti dai rumori della serratura. I militari, giunti sul posto, confrontarono i video delle telecamere della zona, riuscendo a rintracciare i due, bloccati oggi e condotti in carcere. In corso le ricerche per risalire agli altri componenti della banda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento