rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Acquaviva delle Fonti

Furto di rame sulla linea Bari-Taranto: treni su un unico binario, danni per 120mila euro

Ladri in azione tra Acquaviva e Sannicandro: tranciati 3,5 chilometri di cavi. Ferrovie dello Stato: "Settimo furto dall'inizio dell'anno in quel tratto"

Ennesimo furto di cavi di rame sulle linee ferroviarie del barese. I ladri sono entrati in azione sulla Bari-Taranto, nel tratto compreso tra Acquaviva delle Fonti e Sannicandro, tranciando circa tre chilometri e mezzo di cavi.

I danni complessivi - fa sapere Ferrovie dello Stato - ammontano a 120mila euro comprensivi dei costi per il lavoro aggiuntivo delle squadre di emergenza di Rete Ferroviaria Italiana per il ripristino del corretto funzionamento degli impianti.

Inevitabili le ripercussioni sulla circolazione  ferroviaria: per tutta la giornata di oggi e parte di domani nel tratto interessato sarà utilizzabile un solo binario. I treni in partenza da Bari e diretti a Taranto allungheranno i tempi di viaggio di circa 5-10 minuti.

Nei primi sette mesi del 2015 la tratta Acquaviva delle Fonti-Sannicandro è stata colpita dai ladri di rame ben sette volte. Le altre tratte più colpite in Puglia sono la Modugno- Bitetto, sempre sulla linea Bari-Taranto, le tratte Gravina in Puglia-Altamura e  Poggiorsini-Gravina in Puglia, sulla linea Gioia del Colle-Spinazzola, le tratte Molfetta – Giovinazzo e Trinitapoli Cerignola, sulla linea Bari-Foggia e le tratte Apricena-San Severo e Ripalta –Lesina, sulla linea Foggia-Termoli.

"L’asportazione di rame - precisa FS in una nota - non comporta – nel modo più assoluto – problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi. La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di rame sulla linea Bari-Taranto: treni su un unico binario, danni per 120mila euro

BariToday è in caricamento