Spaccano vetro e irrompono nel Centro Famiglie di Japigia: rubati computer e aspirapolvere

E' il secondo episodio in circa sette mesi. Sulla vicenda sta indagando la Polizia che ha effettuato un sopralluogo nella struttura. La direttrice: "Non possiamo continuare a subire impunemente furti come questo"

Come sette mesi fa. Stessa dinamica, ladri che s'intrufolano e portano via attrezzature e materiale informatico, stavolta però spaccando anche i vetri. Dopo l'episodio di maggio 2018, un altro furto scuote il Centro Famiglie di via Giustina Rocca, nel quartiere Japigia di Bari. L'episodio si è verificato nella notte tra domenica e lunedì ed è stato scoperto in mattinata dagli operatori della struttura, punto di riferimento del territorio per quanto riguarda tempo libero, servizi, ascolto e welfare: "Hanno rubato un aspirapolvere, due computer e una stampante - spiega a BariToday la direttrice del centro, Mariangela Colaianni - . Si tratta di oggetti dal valore economico molto basso ma che servono per portare avanti le attività del centro, come ad esempio i computer per il corso d'informatica e la segreteria. Tutto ciò ci crea problemi per come gestire corsi e altri appuntamenti con gli utenti".

Le indagini della Polizia 

Sull'episodio sta indagando la Polizia che ha effettuato un sopralluogo nella struttura. I ladri sono entrati forzando una finestrella in un'ala più defilata dell'edificio. Un pertugio probabilmente sufficiente per una persona con una corporatura esile, dal quale sono poi usciti con la refurtiva, dopo aver 'rimesso in ordine' le stanze, lasciandole in buono stato, senza ovviamente le attrezzature rubate. L'amarezza è tanta, sommata alla voglia di reagire: "Non possiamo più continuare a subire impunemente furti -aggiunge Colaianni -. Ci auguriamo siano predisposti sistemi di sicurezza adeguati". A stretto giro il Comune potrebbe agire quantomeno per ripristinare la finestra rotta. La speranza è che si possa effettuare un intervento straordinario di manutenzione sull'edificio, inserendo un allarme.

Bottalico: "Non ci fermeremo"

Lo staff ha ricevuto in mattinata la solidarietà dei tanti utenti che adoperano la struttura, ma anche del Comune: "Ancora una volta - ha scritto l'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico - persone senza scrupolo hanno “violentato” il centro famiglia di Japigia, uno spazio sociale dell’assessorato al welfare per bambini, anziani, giovani del quartiere rubando attrezzature, materiale informatico utilizzato da anni per offrire ai residenti, piccoli e grandi, del quartiere Japigia un’opportunità, un luogo di cura, gli strumenti, per i più vulnerabili e con “radici” difficili, per ricostruirsi un futuro diverso. Non ci fermeremo. La legalità, la giustizia sociale, l’educazione e il coraggio sono la forza del nostro lavoro" ha concluso Bottalico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento