Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Furto davanti all'asilo, finestrino spaccato sotto gli occhi di mamme e bimbi: "Zona isolata, qui servono vigili e telecamere"

L'episodio venerdì mattina davanti alla scuola dell'infanzia 'Ferrannini' a Carbonara. La denuncia di una mamma: "Scuola in luogo poco frequentato, sarebbe potuto accadere di peggio. Il Comune faccia qualcosa per la sicurezza"

"E' successo tutto in un attimo: ha buttato lo scooter per terra e ha spaccato il finestrino, ha afferrato la borsa ed è fuggito contromano. In quel momento c'era genitori, c'erano bambini, avrebbe potuto investire qualcuno, o scontrarsi frontalmente con un'auto. E se invece fosse entrato nella scuola? Quell'asilo è in una zona isolata, non ci sono le telecamere né i vigili: non è possibile che non ci sia alcun controllo". 

Ezia è madre di un bimbo di quattro anni che frequenta la scuola dell'infanzia 'Ferrannini', alle porte di Carbonara. Venerdì mattina, come ogni giorno, ha accompagnato suo figlio all'asilo. Quando arriva davanti alla scuola - sono le 8.30 - non c'è nessuno: "Per arrivare all'asilo c'è un'unica strada, e tutto intorno solo campagna, è un posto molto isolato". In realtà, nel momento in cui parcheggia, si accorge che accanto a lei c'è anche qualcuno a bordo di uno scooter, ma non dà peso alla cosa. Scende dall'auto e porta il bimbo nella scuola, ma uscendo sente un forte rumore: "Ho pensato che quello scooter fosse finito contro qualche auto, anche la gente che era presente in quel momento ha rivolto lo sguardo verso la moto a terra, pensando si trattasse di un incidente. Invece no, alzando gli occhi ho visto il finestrino della mia macchina rotto e il ladro in fuga. Ho gridato, c'erano altre persone arrivate nel frattempo, ma non siamo riusciti a fermarlo".

Purtroppo nessuno, nelle concitazione del momento, è riuscito a prendere la targa dello scooter, né a fissare qualche particolare del fuggitivo, che a quanto pare aveva anche il volto semicoperto. Per l'accaduto Ezia ha presentato denuncia ai carabinieri, ma la sua preoccupazione va oltre il furto in sè. La paura è che, considerata proprio la posizione isolata della scuola, episodi simili - che a quanto pare si sarebbero già registrati in passato - possano ripetersi ancora, anche con ripercussioni più gravi sulla sicurezza dei bambini: "Ho parlato con la scuola, mi hanno detto che faranno una segnalazione. Ci sono bimbi che restano a scuola fino alle 16, ma per quanto è isolata quella zona, a quell'ora c'è da aver paura". Per questo Ezia fa appello al Comune, affinché provveda ad installare telecamere all'esterno, ma soprattutto a predisporre la presenza di vigili almeno negli orari di entrata e uscita dall'asilo: "In altre scuole è previsto, sarebbe tanto più necessario qui". L'idea è anche quella di avviare nei prossimi giorni una raccolta firme tra i genitori per sollecitare un intervento dell'amministrazione comunale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto davanti all'asilo, finestrino spaccato sotto gli occhi di mamme e bimbi: "Zona isolata, qui servono vigili e telecamere"

BariToday è in caricamento