rotate-mobile
Cronaca

Ladri in chiesa a Ceglie: porta della sagrestia distrutta per rubare le offerte e ostie rovesciate per terra

L'episodio ieri nella piccola chiesa di Santa Maria della Pietà: nel mirino poche decine di euro frutto della questua delle messe feriali. L'indignazione della comunità: "Manomesso anche il Tabernacolo, un atto disumano"

La porta a vetri della sagrestia sfondata, probabilmente nel tentativo di impossessarsi dei soldi della questua, raccolti durante le messe. Non più di 20 euro, forse, il bottino. Ma i ladri, entrati in azione nella giornata di ieri nella piccola chiesa di Santa Maria della Pietà, a Ceglie, non si sono limitati al furto. "Hanno manomesso il Tabernacolo spargendo le ostie consacrate per terra". "Un atto disumano", denunciato sui social dalla stessa parrocchia, che ha suscitato l'indignazione dell'intera comunità. Nel mirino dei ladri sarebbero finiti anche i vasi sacri, poi però lasciati "quando hanno capito che erano solo di ottone". 

Sul posto è intervenuta la polizia, con il personale della Scientifica, che ha avviato indagini sull'accaduto, mentre dalla parrocchia arriva l'invito a partecipare, domani mattina alle ore 8, nella stessa chiesa, a "una messa di riparazione seguita da un momento di adorazione".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri in chiesa a Ceglie: porta della sagrestia distrutta per rubare le offerte e ostie rovesciate per terra

BariToday è in caricamento