Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Murat / Corso Cavour

Galleria Cavour, sgombero fallito

Vigili urbani e Irma Melini (consigliera circoscrizionale) cercano di convincere i senza fissa dimora ad abbandonare la struttura. "Da qui non ce ne andiamo", la risposta dei clochard. I residenti: "Una situazione indecente"

Un clochard nella Galleria Cavour

Conciliazione fallita. I senza fissa dimora non hanno alcuna intenzione di abbandonare la Galleria Cavour. Ieri pomeriggio, Irma Melini (PdL), capo dell’opposizione nella circoscrizione Madonnella, insieme a sei vigili urbani, si è recata all’interno della struttura per cercare di convincere i senza fissa dimora ad abbandonare la Galleria.

“Non c’è nulla da fare, dicono di non voler lasciare la struttura  perché non hanno altro luogo dove andare a riposare -  racconta Melini - . Tranne i punk che hanno caricato tutto e se ne sono andati (in serata sono tornati, ndr), il resto ha deciso di rimanere lì con problemi di decoro e igiene urbana non più rinviabili”.

I residenti continuano le loro proteste contro lo stato di totale abbandono in cui versa non solo la Galleria, ma  tutta la zona circostante.  “Non sappiamo cosa dire, nessuno fa niente nonostante abbiamo più volte segnalato questa indecente situazione”, affermano alcuni fedeli appena usciti dalla chiesa del Sacro Cuore. Sul posto è stato richiesto un intervento urgente dell’Amiu, anche perché nei giorni scorsi alcuni “ospiti della struttura” sono stati individuati mentre espletavano i loro bisogni fisiologici a cielo aperto: “Sotto la mia auto ho trovato una busta piena di urina – riferisce Enzo Lisi, 55 anni – ma quanto ci vuole a smontare questa struttura, non mi sembra la Torre Eiffel?”

Irma Melini promette ai residenti di continuare a tenere alta l’attenzione sull’argomento: “Non abbiamo ricevuto risposte ufficiali da prefetto, questore e sindaco, ma non abbiamo intenzione di arretrare sull’urgenza di demolire al più presto la Galleria, oramai il Comune non può lavarsi le mani e far finta di niente”.  Anche i commercianti sono sul piede di guerra: “Paghiamo affitti salati per stare su corso Cavour e poi ci ritroviamo di fronte un ricovero per povera gente, che vive in condizioni oscene”, spiega un esercente della strada.

Dall’assessorato ai Lavori pubblici del Comune nessuna novità, anche se in consiglio comunale l’assessore Marco Lacarra ha confermato che si procederà con lo smantellamento della Galleria, affidato ad un costo di circa settemila euro. Ma sui tempi nessuna novità. Residenti e commercianti non hanno più intenzione di aspettare. E Il clima di ieri lo ha confermato.

 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galleria Cavour, sgombero fallito

BariToday è in caricamento