Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Gazzetta del Mezzogiorno, l'assemblea dei giornalisti sfiducia i direttori

La decisione all'unanimità legata al nuovo piano industriale che secondo i giornalisti si limiterebbe a pre-pensionamenti e tagli senza reali investimenti per il rilancio della testata

L'assemblea dei giornalisti della Gazzetta del Mezzogiorno sfiducia i direttori della testata, Giuseppe De Tomaso e Carlo Bollino. La decisione, presa all'unanimità questa mattina, è legata all'esame del piano industriale e organizzazione del lavoro, consegnato dalla Edisud e dalla direzione al Cdr e relativo alle procedure ex legge 416 e la bozza di relativa organizzazione del lavoro messa a punto dalla direzione.

IL PIANO INDUSTRIALE - "A proposito del piano di interventi e di riorganizzazione degli assetti produttivi - è detto in un documento approvato all'unanimità - la redazione rileva l'assenza di qualunque investimento reale e/o di iniziative di sviluppo". "Il piano - é detto ancora - appare un irricevibile 'copia e incolla' di documenti di anni precedenti, compresa la stucchevole riproposizione di impegni assunti in passato e già più volte disattesi". "Il cdr, con l'unanime sostegno della redazione - conclude il documento - conferma la piena disponibilità a proseguire le trattative con l'azienda per la 416. Tuttavia, alla luce di tali considerazioni unite alla colpevole sottovalutazione da parte della direzione, a partire dal suo insediamento, della costante erosione della diffusione e, negli ultimi tempi, persino dei lettori, l'assemblea di redazione con voto unanime revoca la fiducia a suo tempo accordata alla direzione".

LA SOLIDARIETA' DELL'ASSOSTAMPA - Solidarietà alla presa di posizione dei giornalisti della Gazzetta è stata espressa dall'Assostampa. "Per il sindacato dei giornalisti pugliesi - è detto in una nota del presidente, Raffaele Lorusso - è necessario che l'Edisud spa, già sollecitata nel recente passato, risolva quanto prima il problema rappresentato dalla scelta inconcepibile, oltre che a nostro giudizio illegittima sotto il profilo legislativo e contrattuale, di affidare la guida del giornale a due direttori con eguali poteri". "Ferme restando le competenze e le capacità professionali dei due direttori - prosegue la nota - tale situazione non ha contribuito alla crescita del giornale, creando, come denunciato dalla stessa assemblea dei giornalisti, uno stato di sostanziale ingovernabilità e di smarrimento nella redazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gazzetta del Mezzogiorno, l'assemblea dei giornalisti sfiducia i direttori

BariToday è in caricamento