menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le aree verdi delle case popolari a Japigia ripulite dai residenti

Le aree verdi delle case popolari a Japigia ripulite dai residenti

Il Comune gestirà le aree delle case popolari a Japigia: "Situazione risolta dopo 60 anni"

Questa mattina la giunta ha approvato il provvedimento con cui l'Arca cede in comodato d'uso le zone tra viale Japigia, via Apulia, via Archita e via Peucetia

Le aree delle case popolari a Japigia saranno gestite - e manutenute - dal Comune. Il provvedimento con cui l'Arca Puglia cede in comodato d'uso il primo, terzo, quinto e settimo gruppo (le zone dei complessi edilizi tra viale Japigia, via Apulia, via Archita e via Peucetia) per ciò che riguarda viabilità carrabile, pedonale, aree a verde e relativi sottoservizi è stato approvato dalla giunta comunale questa mattina.

Un passo in avanti in una battaglia portata avanti ormai da mesi dai residenti delle zone, dopo che dall'assessore Brandi era stato promesso l'intervento a fine 2016, ma che a marzo doveva essere ancora completata. Nel mentre la manutenzione del verde era stata effettuata a spese dei cittadini, che si erano attivati per eliminare erbacce e rifiuti dai giardini condominiali, in attesa di un intervento del Comune. 

VIDEO - I RESIDENTI RIPULISCONO LE AREE VERDI DELLE CASE POPOLARI

Con la delibera del passaggio la situazione dovrebbe essere finalmente risolta e a gestire gli interventi sarà l'amministrazione. Una bella notizia che sarà data ai residenti probabilmente già nel pomeriggio, quando si terrà un'assemblea pubblica, indetta dai cittadini, sullo stato delle aree. “È, questa - spiega l'assessore Brandi -, una vicenda che si trascina da quasi 60 anni per la mancata stipula, al termine degli interventi di sistemazione realizzati dall’allora Ina Casa, dell’atto di cessione previsto dalla convenzione tra i due enti. Abbiamo individuato la strada del comodato d’uso per uscire da una condizione di stallo che ha inevitabilmente esasperato gli animi dei residenti, che per troppo tempo non hanno potuto avere un interlocutore certo cui rivolgersi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento