menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gestione dei rifiuti in Puglia, la Procura avvia un'inchiesta

Il fascicolo di indagini aperto dopo la relazione consegnata dal presidente dell'Autorità Anticorruzione, Raffaele Cantone. Nel mirino, in particolare, il frequente ricorso alle proroghe nell'affidamento dei servizi, senza lo svolgimento di gare pubbliche

Parte l'inchiesta della Procura di Bari dopo le segnalazioni dell'Autorità nazionale Anticorruzione in merito alle presunte irregolarità nella gestione del ciclo dei rifiuti in Puglia. In seguito alla relazione inviata dal presidente Raffaele cantone, è stato aperto un fascicolo di indagine, e nei prossimi giorni saranno acquisiti ulteriori documenti per approfondire le segnalazioni contenute nel dossier.

In particolare, l'Anticorruzione ha evidenziato un "prolungato ricorso dei sindaci alle ordinanze contingibili ed urgenti di proroga degli affidamenti in essere nei singoli Comuni,  invece  di  far  funzionare gli Aro e di indire pubbliche gare per l'affidamento degli appalti nel rispetto della legge". Nel mirino, dunque, i potenziali danni provocati da tale sistema e l'inefficienza nella gestione degli  ambiti di raccolta ottimali per i rifiuti (Aro). Aspetti su cui dovrà far luce ora l'inchiesta avviata dalla Procura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento