Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

San Nicola, Emiliano: "Stadio in concessione gratuita al Bari, ma paghi la manutenzione"

La proposta di accordo del primo cittadino in una lettera indirizzata al presidente del club: utilizzo gratuito dell'impianto, ma il club dovrà farsi carico della manutenzione ordinaria e straordinaria

Concessione gratuita del San Nicola all'As Bari, "in cambio della manutenzione ordinaria e straordinaria per un congruo periodo di tempo". Dopo settimane di stallo nelle trattative tra il Comune e il club biancorosso per il rinnovo della convenzione per l'utilizzo dello stadio, il sindaco Emiliano prova a sbloccare la situazione. E lo fa nel pomeriggio inviando una lettera al presidente del club con la proposta del Comune: il Bari, "in attesa che la sua situazione economica si rafforzi" potrà giocare gratuitamente al San Nicola. Il club però dovrà farsi carico della manutenzione ordinaria e straordinaria dell'impianto. Un'ipotesi che in ogni caso, ha sottolineato il primo cittadino, "dovrà comunque essere definita attraverso una proposta di deliberazione da portare all'esame del Consiglio comunale".

"Il Comune di Bari, proprietario dello stadio e delle aree circostanti, - scrive il sindaco nella lettera - ha comunque sempre sostenuto rilevanti spese di ammortamento nonché quelle relative alla manutenzione straordinaria, che rappresentano un onere sempre più gravoso per il bilancio dell’ente. Insomma, il calcio cittadino ha vissuto in questi anni alterne fortune ed è sopravvissuto anche grazie a un forte supporto economico pubblico, oggi però non più sostenibile per lo stato della finanza pubblica e, in particolare, di quella comunale".

Impossibile, dunque, per il Comune, continuare a sborsare soldi la manutenzione straordinaria di un impianto che ormai comincia a mostrare tutti "i segni" della sua età e per il quale, ricorda Emiliano, il Comune si era già attivato contattando il progettista, l'architetto Renzo Piano, "per redigere un programma di riqualificazione dello stadio San Nicola finalizzato alla trasformazione dello stesso in un impianto moderno, capace di autosostenersi economicamente e, soprattutto, fruibile dai cittadini tutti i giorni della settimana".

LEGGI: IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DI EMILIANO

Ora la parola spetta al club biancorosso, che però più volte nei giorni scorsi ha fatto sapere di non avere a disposizione neppure i soldi per pagare la manutenzione ordinaria. Un concetto ribadito proprio oggi pomeriggio in conferenza stampa dall'amministratore unico del Bari, Francesco Vinella: "Le spese di gestione ordinaria di questo impianto non sono purtroppo alla portata dei nostri budget", ha detto Vinella che ha poi spiegato: "Abbiamo deciso di soprassedere - ha spiegato Vinella - rispetto ad ogni tipo di decisione (andare a giocare le gare di campionato ad Andria, ndr) in attesa di una convocazione da parte dell'Amministrazione comunale". "Non sappiamo dire fino a quando le risorse del Bari ci consentiranno di giocare in questa situazione al San Nicola - ha affermato - e per questo vogliamo avere un incontro con il proprietario della nostra casa. Lo stadio è nato ed è stato affidato al Bari Calcio. Non abbiamo mai parlato di cifre e quelle circolate potrebbero essere non attendibili". Vinella ha poi confermato che il club ha pagato oggi regolarmente gli stipendi (''il monte ingaggi è stato ridotto di oltre il 30% rispetto alla passata stagione'') senza un ulteriore intervento economico della proprietà.

Intanto la gara di martedì prossimo con il Palermo si disputerà al San Nicola. Le poltronissime costeranno, secondo quanto annunciato da Vinella, 35 euro, la tribuna d'onore 25, la tribuna ovest 15, la est 10, e le curve 5.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicola, Emiliano: "Stadio in concessione gratuita al Bari, ma paghi la manutenzione"

BariToday è in caricamento