Cronaca Murat / Piazza Umberto I

Vandalismo 'creativo' in piazza Umberto: le postazioni per le bici diventano sedute per giocare a carte

Le strutture piramidali erano abbandonate nelle aree verdi e qualcuno ha pensato di riutilizzarle. Tanti i problemi nel giardino: dai rifiuti alle panchine distrutte. Galasso: "Interverremo appena completata via Sparano"

Le vecchie postazioni per legare le biciclette - abbandonate all'interno dei giardini - diventano sedute alternative per chi gioca a carte sulle panchine. Se non fosse stato lasciato nel bel mezzo del giardino di piazza Umberto, diventando un pericolo per i passanti più distratti, questa 'opera' sarebbe salutata come un esempio della creatività in salsa barese. Invece per l'area verde a ridosso di via Sparano è solo uno dei tanti problemi con cui condividere la quotidianità.

Il cantiere 

Non bastavano, infatti, i lavori per il restyling di via Sparano, che sacrificano una parte del camminamento centrale in onore dell'effetto cannocchiale che sarà garantito in futuro. A questo si aggiungono tutti gli altri fattori di degrado che connotano l'area di piazza Umberto. Almeno per quanto riguarda i lavori, però, ci sarà un momento di 'respiro' per i baresi: anche in zona sarà eliminato il cantiere per un mese a partire dall'8 dicembre, un regalo di natale in anticipo per i residenti. 

"Quello che non ci piace - spiegano dal Comitato di piazza Umberto - è lo spostamento dell'edicola a ridosso delle giostrine e delle aree verdi. Non è il massimo per gli occhi". L'esercizio commerciale ha dovuto 'trasferirsi', infatti, per permettere l'inizio del cantiere, visto che era posizionato proprio nella fascia centrale del camminamento. Se poi a lavori terminati tornerà al suo posto originario, al momento non è dato saperlo. C'è poi la questione sicurezza, che di certo non è migliorata dalla presenza dell'area recintata: "I residenti temono che qualche malintenzionato si nasconda al loro interno di notte - commentano dal Comitato - e, di conseguenza, evitano di passare in zona la sera. Ed è un vero peccato, visto che è l'area di ingresso al centro cittadino per chi arriva in treno".

Rifiuti nelle aree verdi e vandalismo

C'è poi il problema dei rifiuti, che ancora non si riesce a risolvere, vista la grande affluenza nelle aree verdi, anche da parte di persone incivili. E così capita di trovare pacchetti di sigarette, bottiglie di plastica e vetro, cartacce sull'erba e sulle panchine. Talvolta anche pezzi di cartone che potrebbero 'segnalare' la proprietà notturna del posto (molti senzatetto dormono anche in pieno giorno sulle sedute). Qualcuno ha persino lasciato un copertone di bicicletta appeso ad un albero in bella vista.

piazza Umberto copertone-2

Non mancano poi gli atti di vandalismo. Ad esempio i graffiti che ricoprono gli arredi urbani: dalle panchine alle pareti delle giostrine, dei bagni pubblici e dei monumenti che svettano all'interno delle aree verdi. Le stesse sedute non se la cavano meglio: alcune sono sberciate ai lati, tanto da mostrare 'l'anima' in ferro (ovviamente arrugginita dal tempo); in un caso è stata proprio rimossa l'asse orizzontale e a testimonianza della presenza di una panchina in quel punto rimangono solo le due pietre su cui poggiava. Molti degli arredi poi devono affrontare l'usura del tempo, come le giostrine - che in diversi punti sono rovinate - oppure le sfere in pietra che delimitano il marciapiede all'ingresso della piazza, che hanno perso più di uno strato. 

"Lavori di manutenzione una volta terminata via Sparano"

Se all'inciviltà non si può mettere fine con facilità, il Comune sta provando a risolvere i problemi degli arredi urbani distrutti. "Al termine dei lavori di via Sparano - assicura Galasso - partiranno gli interventi di riqualificazione del giardino, di cui stiamo affidando in questi giorni l'incarico di progettazione". In totale sarà messo sul piatto un milione e mezzo di euro - "fondi che potranno essere aumentati in caso di necessità", aggiunge l'assessore -, con il quale si aggiusteranno panchine e giostrine, verranno potati alberi e cespugli e sarà sistemata la pavimentazione. L'asfalto che è ora presente, come confermato da Galasso, non è adatto ad un giardino pubblico così frequentato.

piazza Umberto-24

E per evitare nuove vandalizzazioni degli arredi? "Stiamo pensando di aumentare il numero di lampioni - conclude -, così da assicurare una migliore illuminazione, e di installare un impianto di videosorveglianza più efficiente. In questo modo i residenti saranno più sicuri ed eviteremo che si possano di nuovo distruggere panchine e altre opere pubbliche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandalismo 'creativo' in piazza Umberto: le postazioni per le bici diventano sedute per giocare a carte

BariToday è in caricamento