menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima le 'avances', poi il furto: anziani nel mirino, presa coppia di rapinatori

Le vittime venivano prima 'distratte' dalla donna, con palpeggiamenti e 'contattiì fisici. Quindi entrava in azione il marito, che con mossa fulminea sottraeva loro portafogli e oggetti d'oro

Prima 'palpeggiati', poi... rapinati. Era questa la 'tecnica' utilizzata di frequente da una coppia di malviventi di Gioia del Colle, individuati dai carabinieri quali responsabili di una serie di furti a danni di numerosi anziani della zona.

Le indagini dei militari sono partiti da un episodio verificatosi ad agosto, e che aveva già portato all'arresto di marito e moglie. I due si erano introdotti in una casa di riposo, e, spacciandosi per parenti in visita ad un’anziana ospite, costretta su una sedia a rotelle, la avevano condotta in un luogo appartato, per poi strapparle dai lobi gli orecchini d’oro e dileguarsi.

Gi accertamenti avviati in quell'occasione dai carabinieri, hanno permesso di attribuire alla coppia anche altri colpi, arrivando così all'ordinanza di custodia cautelare in carcere aemessa dal  GIP presso il Tribunale di Bari per le ipotesi di reato di rapina aggravata e furto aggravato.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, in almeno tre occasioni - tra giugno e luglio scorsi - la coppia avrebbe derubato altrettanti anziani ultrasettantenni che passeggiavano per il centro, con la tecnica del 'palpeggiamento'. La donna avrebbe avvicinato le vittime, cercando il contatto fisico. Quindi, approfittando della loro distrazione, i due si sarebbero impossessati di collanine in oro e portafogli per un valore di circa 700 euro complessivi. Alcuni anziani, imbarazzati dalle modalità con le quali erano stati raggirati, avevano avuto anche timore a denunciare i fatti.

Ma la coppia avrebbe colpito anche in maniera diversa. In un altro episodio, a luglio, i due si sarebbero impossessati di un portafogli contenente 300 euro, asportandolo con violenza ad un 74nne, mentre passeggiava in via Masaniello.

Sempre a giugno, in un'altra occasione, la donna avrebbe simulato un malore, e, fingendo di chiedere aiuto, i due si sarebbero introdotti in un'abitazione. Quindi, approfittando della distrazione della proprietaria 72enne, si sarebbero impossessati di 120 euro in contanti.

Il provvedimento di custodia cautelare è stato notificato ai due nelle carceri di Bari e Foggia, dove erano già detenuti per la rapina di agosto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento