Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Gioia del Colle

Senza contratto né riposi, 700 euro al mese per lavorare come pastore: denunciati due imprenditori agricoli

La scoperta dei carabinieri a Gioia del Colle: l'uomo, un cittadino indiano, si occupava quotidiamente del bestiame lavorando da mattina a sera per nove ore al giorno

La sua giornata di lavoro cominciava all'alba, quando completamente solo, si occupava delle operazioni di mungitura e gestione del bestiame. Un impegno quotidiano che non prevedeva riposi settimanali, per almeno nove ore al giorno, a fronte di una paga di 700 euro al mese. Un lavoro che, a quanto pare, l'uomo, un cittadino indiano 37enne, munito di regolare permesso di soggiorno, aveva comunque accettato visto il grande stato di necessità e l'esigenza di inviare soldi alla sua numerosa famiglia.

A scoprire il caso, in una masseria di Gioia del Colle, sono stati i carabinieri che hanno denunciato per sfruttamento del lavoro e violazioni della normativa sulla tutela della sicurezza e salute dei lavoratori due imprenditori agricoli di 50 e 23 anni, proprietari di una azienda a conduzione familiare dedita all’allevamento di bovini e alla commercializzazione di prodotti agricoli.

I carabinieri avrebbero inoltre accertato che l'uomo alloggiava all’interno di una cantina adibita a camera da letto, utilizzata anche per cucinare, mediante un fornello alimentato a metano, utilizzando cibi di dubbia genuinità. Per quanto concerne i servizi igienici, ridotti all’essenziale e senza doccia, si serviva di altro locale anch’esso di condizioni igieniche fatiscenti, come certificato dai medici ASL Bari intervenuti. 

All’esito del controllo sono state accertate nei confronti dei datori di lavoro, violazioni amministrative ed elevate ammende per un totale di 20.000,00 euro, e gli stessi venivano altresì deferiti alla locale A.G. per sfruttamento del lavoro. Sono in corso ulteriori indagini per verificare presso la predetta struttura analoghi casi di sfruttamento.

(foto di repertorio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza contratto né riposi, 700 euro al mese per lavorare come pastore: denunciati due imprenditori agricoli

BariToday è in caricamento