Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Gioia del Colle

Chiedevano 'riscatto' per restituire auto rubate, sgominata banda di estorsori

Quattro gli arresti: il gruppo era specializzato cosiddetto 'cavallo di ritorno' in particolare nella zona del sud-est barese. Tra le vittime soprattutto anziani e agricoltori, ritenuti più facilmente ricattabili

Le vittime erano quasi sempre agricoltori o anziani, ritenuti probabilmente più 'vulnerabili'. Le richieste di riscatto andavano da 500 ai mille euro, in relazione al valore di mercato delle auto da restituire. Per convincere i proprietari a pagare, la minaccia era sempre la stessa: il mezzo sarebbe stato dato alle fiamme.

Operava così la banda di estorsori sgominata oggi dai carabinieri di Gioia del Colle. In manette sono finiti quattro uomini (I NOMI DEGLI ARRESTATI). Il gruppo, che aveva la sua base logistica tra Cassano e Bitonto e operava prevalentemente nella zona del sud-est barese, era 'specializzato' nel cosiddetto metodo del 'cavallo di ritorno,  ovvero ricettazione di autoveicoli rubati con successiva richiesta estorsiva.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Bari, ha preso le mosse da una serie di ritrovamenti sospetti, ovvero proprietari che denunciavano il furto della propria auto che veniva misteriosamente rinvenuta pochi giorni dopo. Otto gli episodi accertati tra maggio e luglio dello scorso anno, di cui 4 conclusi con il pagamento dell’estorsione.

Dopo l'arresto, i quattro sono stati condotti in carcere a Bari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedevano 'riscatto' per restituire auto rubate, sgominata banda di estorsori

BariToday è in caricamento