Gioia del Colle: cade dal tetto di un capannone, morto un operaio

L'operaio, un cittadino romeno di 31 anni, dipendente di una ditta di Teramo, stava effettuando dei lavori sul tetto di un capannone in costruzione. Immediatamente soccorso, è morto durante il trasporto in ospedale

Un operaio romeno di 31 anni, Auras Benta, è morto ieri mattina dopo essere precipitato dal tetto di un capannone industriale in costruzione, nei pressi della ex statale 100 a Gioia del Colle. L'uomo, dipendente di una ditta edile di Teramo, stava effettuando dei lavori di coibentazione del tetto insieme ad altri colleghi quando, retrocedendo di alcuni passi, è finito dentro un lucernaio ancora scoperto precipitando da un altezza di 11 metri.

Ancora vivo, l'uomo è stato immediatamente soccorso, ma è morto durante il trasporto vesro l'ospedale Miulli di Acquaviva. Per accertare le circostanze dell'incidente, sul cantiere sono intervenuti anche gli ispettori della Spesal (Servizio di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

  • "C'è un feto nel cassonetto" a Carbonara, i Carabinieri ritrovano resti organici: sono interiora di animali

Torna su
BariToday è in caricamento