Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Gioia del Colle, sorvegliato speciale senza casa: Il Comune monta una tenda

Vittorio Giannico vive da 13 anni per strada: deve scontare 2 mesi ai domiciliari ma non ha un alloggio fisso. Soluzione provvisoria per l'uomo e la sua compagna incinta

Immagine d'archivio

Da 13 anni vive per strada, senza lavoro nè una casa, dormendo con la compagna incinta su un materasso in un parco di fronte all'ospedale di Gioia del Colle.  Con l'avvicinarsi dell'inverno però, il Comune gli ha donato una tenda come soluzione abitativa provvisoria. E' la storia di Vittorio Giannico, sorvegliato speciale 44enne che deve scontare una condanna definitiva a due mesi di reclusione, agli arresti domiciliari, per ricettazione.

Il Tribunale di Sorveglianza di Bari però continua a rinviare l'udienza per l'esecuzione della pena poiché l'uomo non ha un'alloggio. Il presidente Maria Giuseppina D'Addetta ha inviato una nota all'Ufficio per l'esecuzione penale esterna e ai Servizi Sociali di Gioia del Colle affinchè trovino un alloggio al 44enne. In attesa però, il Comune e la Protezione Civile locale hanno provveduto a fare montare una tenda per permettere alla coppia di ripararsi dal freddo e dove Giannico dovrà trattenersi nelle ore notturne, dalle 22 alle 6 per ottemperare agli obblighi della sorveglianza speciale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioia del Colle, sorvegliato speciale senza casa: Il Comune monta una tenda

BariToday è in caricamento