rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Gioia del Colle / Via Filippo Gisotti

Tentano di sfondare vetrata di un negozio di bici e moto: arrestati dopo un inseguimento

E' accaduto a Gioia del Colle: sorpresi e messi in fuga dal proprietario della concessionaria, sono stati 'intercettati' alcune ore dopo a Bari dai carabinieri, che li hanno bloccati dopo un inseguimento

Approfittando della chiusura del negozio durante la pausa pranzo, hanno tentato di sfondare a martellate la vetrata di un rivenditore di biciclette e motocicli a Gioia del Colle. I due ladri, però, due nomadi di 45 e 25 anni, domicioliati a Bari, sono stati sorpresi e messi in fuga dal proprietario del negozio, che ha subito allertato i carabinieri.

I militari, intervenuti nella rivendita di via Gisotti, dove era avvenuta la tentata 'spaccata', hanno così raccolto la testimonianza del commerciante e di alcuni passanti, che erano riusciti a rilevare il numero di targa del furgone Fiat Ducato, a bordo del quale i due malfattori si erano allontanati.

Allertate le altre centrali operative di zona, i carabinieri del Nucleo Radiomobile sono riusciti poco dopo ad intercettare il mezzo in fuga alle porte del capoluogo. Nonostante l’alt intimato, il conducente del mezzo ha proseguito imperterrito la sua marcia, tentando anche di speronare la gazzella dell’Arma, fino a quando, giunto in via Vaccarella, si è schiantato contro un veicolo in sosta. Ciononostante, scesi dal mezzo, hanno tentato un’ultima disperata fuga, venendo però immobilizzati dopo alcune decine di metri.

Dopo l’arresto, i due, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.  Dovranno difendersi dalle accuse di tentato furto aggravato, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale,  Il furgone, condotto dal più giovane, tra l’altro privo di patente di guida, mai conseguita, è stato sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di sfondare vetrata di un negozio di bici e moto: arrestati dopo un inseguimento

BariToday è in caricamento