Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Giornalista Rai aggredita a Bari, la condanna unanime della politica: "Episodio inaccettabile"

Il sindaco Antonio Decaro: "Non si può tollerare una violenza di questo tipo nei confronti di una donna e di una professionista impegnata nella ricerca di notizie e approfondimenti"

Condanna unanime del mondo politico e delle istituzioni cittdine dopo l'aggressione subita dalla giornalista del Tg1 Maria Grazia Mazzola nel quartiere Libertà di Bari, assalita da una donna, probabilmente parente di un boss del rione.

Decaro: "Episodio inaccettabile"

Sull'episodio intervenuto il sindaco di Bari, Antonio Decaro: “Quanto accaduto è inaccettabile. Non si può tollerare una violenza di questo tipo nei confronti di una donna e di una professionista impegnata nella ricerca di notizie e approfondimenti. Ancora più se questo accade durante la visita del fondatore di Libera, che apprezzabilmente ha scelto di testimoniare il suo impegno quotidiano contro le mafie, partendo dal quartiere Libertà. Quartiere da tempo ostaggio di organizzazioni criminali che pensano di esercitare un egemonia sul territorio, attraverso anche questi episodi di violenza. Come detto più volte, noi non voltiamo la testa dall’altra parte, e non permetteremo che il nome della nostra città possa essere affiancato ad episodi di questo tipo. Quel quartiere si chiama Libertà e deve essere liberato dalla criminalità organizzata”.

Emiliano: "Chi ha agito ha deve sapere che ha contro tutti i pugliesi"

“Mariagrazia Mazzola stava svolgendo il suo lavoro quando è stata aggredita. A lei va la nostra totale vicinanza. Chi invece si è reso protagonista di una simile violenza deve sapere che ha contro tutta la comunità pugliese”: è quanto ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

L'episodio è stato stigmatizzato anche da Michele Laforgia, avvocato e candidato alla Camera per LeU: "Dobbiamo reagire, subito - ha affermato -. Dobbiamo essere accanto ai cittadini onesti e pacifici del quartiere Libertà, rompere l’assedio criminale, garantire l’incolumità di chi vive e lavora nelle periferie. Domenica mattina saremo tutti al Redentore". Per Massimo Cassano, candidato con Forza Italia alla Camera, 'aggressione alla giornalista del Tg1, Mariagrazia Mazzola, avvenuta nel quartiere Libertà di Bari, è l'ennesimo atto gravissimo che descrive come nelle grandi città, in questo caso nella mia Bari, ci siano interi quartieri in cui la criminalità la fa ancora da padrone senza reali concrete azioni di contrasto e prevenzione e con le forze dell'ordine e la magistratura che ancora non sono messe nelle condizioni di svolgere al meglio le loro preziose indagini contro il malaffare. Intimidire verbalmente e fisicamente chi fa informazione è, se possibile, un atto ancora più odioso, ma in situazioni simili vivono quotidianamente migliaia di miei concittadini vittime del terrore diffuso che regna in alcune strade non solo di periferia". Francesco Boccia, deputato e candidato Pd alla Camera, afferma che "l'aggressione a Mariagrazia Mazzola, mentre svolgeva il suo lavoro per il servizio pubblico, è un atto di una gravità inaudita. A lei va tutta la nostra solidarietà. Ci deve essere una risposta immediata. Bari e la Puglia sono terre le cui comunità hanno sempre combattuto e sconfitto la criminalià'. I vigliacchi che fanno i duri sono sempre stati assicurati alla giustizia e per questo atto vergognoso e vile ci vuole un esempio ancora più forte. Lo Stato c'è e si vedrà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornalista Rai aggredita a Bari, la condanna unanime della politica: "Episodio inaccettabile"

BariToday è in caricamento