menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata sull'autismo, le famiglie in Comune: più supporto dalle istituzioni

Oggi, in occasione della giornata mondiale di sensibizzazione sulla malattia, i monumenti si coloreranno di blu. Ma le famiglie chiedono più aiuti concreti nella loro quotidiana battaglia: ieri l'incontro dell'associazione Genitori soggetti autistici con la presidente della commissione Pari opportunità Alessandra Anaclerio

Luci blu sul palazzo dell'Acquedotto, della Città metropolitana e sulla colonna infame di piazza Mercantile, in segno di adesione alla giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo. Ma al di là del gesto simbolico, c'è la battaglia quotidiana affrontata dalle famiglie dei soggetti autistici, che chiedono più supporto e aiuti concreti dalle istituzioni.

Nei giorni scorsi, la giunta regionale pugliese ha approvato il Regolamento sulla “Rete assistenziale territoriale sanitaria e sociosanitaria per i disturbi dello spettro autistico", che definisce requisiti organizzativi, strutturali e tecnologici per la rete di assistenza per le persone che soffrono di DSA -Disturbi dello Spettro Autistico. 

Ma nell'attesa che il piano programmato dalla Regione entri a completo regime, i problemi per le famiglie restano. Nella giornata di ieri, il presidente dell’associazione Genitori soggetti autistici della Puglia, Mario Chimienti, ha incontrato a Palazzo di Città la presidente della commissione Pari opportunità Alessandra Anaclerio, per segnalare come la sospensione dei contributi in favore delle famiglie dei soggetti autistici, prevista da una delibera regionale del giugno 2015, potrebbe determinare pesanti disagi alle famiglie stesse.

I fondi - è stato spiegato - sono bloccati in attesa dell’apertura dei previsti Centri territoriali per l'autismo (Cat). In questi centri di alta specializzazione, opereranno equipe multidisciplinari con esperti che dovranno essere formati, e quindi, ritengono i genitori, la loro apertura non potrà essere immediata.

Il presidente Chimienti ha chiesto che nel frattempo non vengano interrotti i rimborsi affinchè le attività e i trattamenti già in essere, in particolare quelle rivolte ai pazienti adulti, non si interrompano. La presidente Alessandra Anaclerio e il consigliere Francesco Giannuzzi, presente all’incontro, si sono impegnati ad illustrare la situazione alla commissione Pari Opportunità e, in accordo con l’assessore al Welfare Francesca Bottalico, si attiveranno per sostenere le famiglie che stanno vivendo un momento di disagio e d’incertezza per il futuro, al fine di creare un collegamento costruttivo con l’ASL Bari e la Commissione sanità della Regione Puglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento