Cronaca

"Sguardi di genere", in Comune una giornata di studio sul contrasto alla violenza di genere

Lunedì 26 novembre a Palazzo di Città l'iniziativa organizzata dall'assessorato al Welfare in occasione della Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza sulle donne

Il 17 dicembre 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne per ricordare il brutale assassinio, avvenuto nel 1960, delle tre sorelle Mirabal, fiere avversarie del regime di Rafael Leónidas Trujillo, il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.

Per l’occasione, lunedì 26 novembre l’Assessorato al Welfare, in collaborazione con la Commissione consiliare Pari opportunità, la cooperativa sociale Crisi e il Consorzio Meridia, organizza nella sala consiliare di Palazzo di Città, a partire dalle 9.30, una giornata di studio e di confronto sul tema delle politiche di contrasto alla violenza di genere.

A partire dall’esperienza territoriale del Centro antiviolenza “La Luna nel pozzo”, la giornata di studio “Sguardi di genere - esperienze, rappresentazioni e politiche di contrasto alla violenza”, sarà arricchita dalle riflessioni di referenti istituzionali, testimoni privilegiati ed esperti che offriranno visioni sulle politiche di contrasto alla violenza contro le donne e sulle sue diverse rappresentazioni culturali, sociali, politiche e mediatiche.

Questo il programma della giornata: dopo i saluti del sindaco Michele Emiliano, dell’assessore al Welfare Ludovico Abbaticchio e di Maria Santacroce, presidente della Commissione Pari opportunità, interverranno Anna Coppola De Vanna, Centro antiviolenza “La luna nel pozzo” - cooperativa sociale Crisi e Nicola Buonvino, referente del Progetto Binario rosa.

Alla tavola rotonda “Sguardi di Genere. Cultura, media, società, politiche” parteciperanno Anna Campioto, referente delegato del progetto Centro antiviolenza per l'Ufficio di Piano del Comune di Bari; Luisa Giorgio, segretario del Comitato Pari opportunità dell’Università degli Studi di Bari; Rosanna Lallone, dirigente del Servizio Politiche sociali, giovanili, femminili della Provincia di Bari; Monica Pepe, curatrice della rivista online zeroviolenzadonne.it; Annamaria Rivera, antropologa, saggista e scrittrice; Giulia Sannolla, referente di area tematica per l’Assessorato al Welfare - Regione Puglia; Vittoria Tola, presidente nazionale UDI.

Modererà la tavola rotonda Rosy Paparella, garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Puglia. Prima delle conclusioni di Serenella Molendini, consigliera di Parità della Regione Puglia, in programma anche l’intervento della scrittrice Veronica De Laurentiis.

L’evento, al quale sono stati invitati a partecipare l’assessore regionale al Welfare Elena Gentile e il presidente della Regione PugliaNichi Vendola, è patrocinato dall’Ufficio del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Puglia.

(Fonte: Comune di Bari)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sguardi di genere", in Comune una giornata di studio sul contrasto alla violenza di genere

BariToday è in caricamento