menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incontri, sit-in, assemblee: 'Giornata dello studente' nel segno della lotta all'alternanza scuola-lavoro

Diverse le iniziative organizzate oggi da Rete della Conoscenza Puglia in tutta la Regione. Annunciata una nuova mobilitazione per il 24 novembre

E' "la battaglia contro ogni forma di sfruttamento, durante i percorsi di alternanza scuola-lavoro, i tirocini universitari e sui posti di lavoro", il tema al centro delle iniziative organizzate oggi da Rete della Conoscenza e Uds, in occasione della 'Giornata internazionale dello studente'.

“Da Foggia a Lecce, passando per Bari, Brindisi, Barletta e tantissime altre città in tutta la Regione, gli studenti e le studentesse sono tornati a mobilitarsi. In mattinata abbiamo organizzato concerti, sit-in, assemblee autoconvocate nelle scuole, nel pomeriggio faremo grandi assemblee con i lavoratori e le lavoratrici della FIOM e dell’FLC”, afferma Sara Acquaviva, Coordinatrice della Rete della Conoscenza Puglia.

“Dopo la grande mobilitazione del 13 ottobre abbiamo deciso di tornare a mobilitarci contro ogni forma di sfruttamento, durante i percorsi di alternanza scuola-lavoro, i tirocini universitari e sui posti di lavoro. La battaglia contro lo sfruttamento è una battaglia comune. Ripensare il mondo della formazione è sempre più necessario per una società più giusta”, dichiara Davide Lavermicocca, Coordinatore dell’Unione degli Studenti Puglia.

“Ieri siamo intervenuti durante la VI Commissione del Consiglio Regionale Pugliese, presentando nuovamente il nostro Statuto dei diritti degli studenti in stage e la proposta di Codice etico per le aziende che erogano alternanza: auspichiamo  che le nostre richieste vengano accolte, le nostre proposte guardano alla tutela e ai diritti degli studenti  e sono state costruite scuola per scuola, anche con il sostegno dei docenti.  Torneremo nelle piazze il prossimo 24 novembre per rivendicare il nostro diritto a svolgere percorsi di alternanza scuola-lavoro e tirocinio gratuiti, di qualità, lontani qualsiasi forma di sfruttamento. Adesso è l’ora del nostro riscatto”, conclude Lavermicocca.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento