Giostrine pubbliche per i bimbi disabili, una nuova area giochi a Parco Perotti

I lavori prenderanno il via lunedì prossimo. Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Comune di Bari e l'associazione Famiglie SMA

Anita Pallara, il sindaco Emiliano e l'assessore Marco Lacarra alla presentazione del progetto

Un'area giochi aperta e liberamente fruibile da tutti i bambini, anche quelli affetti da disabilità. Un investimento tutto sommato modesto - 32mila euro - per avviare in realtà una piccola grande rivoluzione: abbattere le barriere architettoniche anche negli spazi riservati al gioco e allo svago dei più piccoli.

Le prime giostrine pubbliche adatte ai bambini disabili saranno installate a Parco Perotti. Il progetto, nato da un'idea Anita Pallara (referente regionale dell’associazione Famiglie SMA, che riunisce i genitori di bambini affetti da Atrofia Muscolare Spinale) e sposato dal Comune di Bari, è stato presentanto oggi a Palazzo di Città. I lavori nel parco, ha spiegato il sindaco Emiliano, prenderanno il via lunedì prossimo, ma l'obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di estendere presto l'iniziativa a tutti i giardini pubblici della città, cominciando dai giardini di Piazza Gramsci.

"Sono piccole cose, - ha detto il sindaco Emiliano - capaci però di abbattere, insieme alle barriere fisiche, quelle, ben più grandi, culturali e sociali. Il Comune di Bari diventa così il luogo in cui il pensiero si allarga e si fa inclusivo. Con Anita abbiamo già realizzato alcune cose, e molte altre intendiamo farne".

"Proseguiamo convinti lungo la strada della progressiva eliminazione delle barriere architettoniche - ha aggiunto l’assessore ai Lavori pubblici Marco Lacarra - non solo nelle scuole, negli spazi pubblici e negli uffici ma anche nei luoghi destinati alle attività ludiche. Dopo il finanziamento del progetto “No barrier” per la piena accessibilità della spiaggia più amata dai baresi, Pane e Pomodoro, iniziamo oggi a dotare i giardini e le piazze della città di giostre accessibili a tutti i bambini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anita Pallara, promotrice dell'iniziativa, si è detta molto contenta, sottolineando come le prime giostrine saranno installate in un luogo della città che riveste grande importanza simbolica, parco Perotti appunto, "che da luogo di scempio - ha ricordato Anita - è diventato luogo di rispetto e condivisione". "Finalmente - ha concluso - potremo avere dei giochi non per i bambini disabili ma per tutti i bambini. È l’occasione, per le famiglie baresi, di insegnare ai propri figli che siamo tutti uguali e che dobbiamo avere uguali diritti. Spero che la città saprà averne cura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento