Cronaca

Appuntamento al buio dopo l'incontro in chat: aggredito e rapinato

Brutta avventura per un 29enne di Giovinazzo. Dopo aver conosciuto una donna su un sito di incontri, il giovane ha accettato un invito ad uscire. Ma l'appuntamento era una trappola per derubarlo

Aveva accettato un appuntamento con una donna conosciuta su un sito di incontri. Ma in realtà, dietro l'invito, si nascondeva il tentativo di adescarlo per derubarlo. Protagonista della brutta avventura un 29enne di Giovinazzo.

Dopo aver concordato data e luogo dell'incontro con la misteriosa donna, il 29enne si è presentato all'appuntamento, ma ad attenderlo ha trovato un uomo - poi identificato in un 32enne pregiudicato di Giovinazzo - che minacciandolo lo ha costretto a seguirlo presso la sua abitazione. Lì c'era anche la compagna del pregiudicato, una 23enne barese. I due hanno aggredito il giovane, rapinandolo del cellulare e dei soldi che aveva in tasca. Poi lo hanno costretto a seguirli, e lo hanno condotto presso uno sportello bancomat, con l'intento di fargli prelevare altri soldi. Il piano però è fallito, perchè lo sportello era fuori servizio. Così i due malfattori hanno lasciato andare il giovane, che, ancora sotto shock, si è recato dai carabinieri denunciando l'accaduto.

I militari di Giovinazzo, unitamente ai colleghi della Compagnia di Molfetta e della Stazione di Bari Scalo, sulla base dei pochi elementi raccolti sono riusciti ad identificare e rintracciare i due, trovandoli in possesso del telefono e del denaro appena sottratto alla vittima. Il ragazzo, ricorso alle cure del punto di Primo Soccorso di Giovinazzo, ha riportato lesioni giudicate guaribili in tre giorni. Il 32enne è finito agli arresti domiciliari per rapina e sequestro di persona, mentre la complice deferita in stato di libertà con le stesse accuse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appuntamento al buio dopo l'incontro in chat: aggredito e rapinato

BariToday è in caricamento