menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesce senza tracciabilità pronto per la vendita: scatta la multa da 1500 euro, prodotto sequestrato

I controlli della guardia costiera a Giovinazzo: rinvenuti circa 72 chili di prodotti ittici sprovvisti di documentazione sulla provenienza. Parte del pesce, dichiarato idoneo al consumo umano, è stato donato in beneficenza

Controlli della Guardia costiera sulla filiera della pesca nel Nord Barese. Nei giorni scorsi, a Giovinazzo, durante un controllo ad un centro di vendita al dettaglio, il personale della Capitaneria di porto di Molfetta e del locale Ufficio marittino, hanno rinvenuto circa 72 kg di prodotti ittici (tra cui pesce spada, merluzzi, gamberi, mazzancolle), sprovvisti di documentazione idonea a ricostruirne la provenienza, illecito che ha fatto scattare una sanzione amministrativa da 1500 euro sequestro dell’intero prodotto. 

Parte del prodotto oggetto di sequestro, dichiarato idoneo al consumo umano da parte del medico veterinario – Ispettore degli Alimenti di origine animale del servizio SIAV B dell’ASL di Bari, è stato devoluto in beneficenza ad enti caritatevoli operanti sul territorio, mentre quello non idoneo, è stato distrutto mediante conferimento al servizio di raccolta rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento