Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Madonnella

Giunta a Madonnella, Decaro: "Non vanifichiamo gli sforzi"

Il governo cittadino ha incontrato i residenti. Tra le richieste degli abitanti "più semafori per i non vedenti" e meno aree di sosta per il carico e scarico di merce: "Vanno tarate su fasce orarie limitate". Intanto il sindaco annuncia che a maggio il progetto "Bari per Bene" inizierà in un altro quartiere

Per un giorno è stata la scuola elementare ‘Balilla’ a trasformarsi in una sala giunta. Obiettivo: fare il punto sull’evoluzione del progetto “Bari per Bene”,  che dal 14 febbraio sta concentrando una serie di azioni di riqualificazione sul rione umbertino.

Diversi gli interventi del pubblico. In primis quello di una ragazza non vedente che ha chiesto al sindaco Decaro di poter aumentare il numero di semafori che permettono l’attraversamento pedonale in sicurezza; un invito raccolto dal primo cittadino che ha precisato come in alcuni punti della città (vedi via Capruzzi o via Piccinni, ndr)  siano stati già impiantati gli attraversamenti sonorizzati ma, evidentemente, “sono ancora insufficienti”. Diversi gli interventi sulle modalità di raccolta dei rifiuti. Alcuni abitanti del quartiere hanno segnalato come taluni supermercati conferiscano gli imballaggi di cartone sin dal mattina, determinando il riempimento indiscriminato dei bidoni di carta e plastica e causando un riversamento di rifiuti per terra data l’impossibilità ad inserirli all’interno dei contenitori.  Sul caso è intervenuto il presidente dell’Amiu, Gianfranco Grandaliano: “Abbiamo già avuto segnalazioni in merito e nei prossimi giorni andremo di persona per ribadire una volta per tutte che le regole vanno rispettate, pena sanzioni molti pesanti”. Lo stesso Decaro ha, nei giorni scorsi, paventato l’ipotesi di chiudere i negozi per due giorni laddove i commercianti dovessero infrangere le regole sul corretto conferimento dei rifiuti.

Un capitolo a parte è stato posto sulle zone di “carico e scarico merce”, da alcuni residenti definite  “illegittime” soprattutto quando tarate sulla fascia oraria 8.30-20.30 . “Sono aree di sosta per i clienti dei negozi, che parcheggiano senza pagare il grattino  mentre noi siamo costretti a girare per ore pur di trovare un posto”. La richiesta è stata quella di creare delle fasce orarie limitate (come quelle presenti in via Nicola De Giosa) per cui il carico e scarico merce è sviluppato su 3 ore mattutine e 2 pomeridiane.

Capitolo deiezioni canine: intensificati i controlli e le sanzioni, anche se è stato richiesto d’intervenire sulle strade che costeggiano la ferrovia, in particolare in via Dieta di Bari e viale Imperatore Traiano,  con l’installazione dei distributori di buste, montati in alcuni punti della città.  Intanto ieri l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, ha annunciato che le campane dell’orologio della scuola ‘Balilla’ hanno ripreso a funzionare. Ogni giorno, allo scoccare delle ore e dei quarti d'ora, dalle sette di mattina alle dieci di sera, la campane risuoneranno nel quartiere. Il sindaco Decaro ha inoltre presentato i 60 interventi di ripristino della segnaletica verticale e orizzontale.

“Questo progetto prevede ancora due fasi, una che ci aiuterà a migliorare il nostro lavoro attraverso il monitoraggio da parte dei cittadini e l'ultima che prevede che i cittadini si facciano promotori del rispetto della tutela degli interventi effettuati e si prendano cura del quartiere”, ha spiegato Decaro. “Bari per Bene a maggio avrà come oggetto un altro quartiere della città e abbiamo bisogno dello sforzo di tutti baresi per bene per fare in modo che il lavoro di questi mesi non si vanifichi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta a Madonnella, Decaro: "Non vanifichiamo gli sforzi"

BariToday è in caricamento