menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione 'Do ut des', si costituisce anche Giuseppe Parisi

Latitanza finita anche il fratello di 'Savinuccio', ricercato dallo scorso 15 marzo: è considerato dagli investigatori il reggente del clan di Japigia durante la detenzione del boss


E' finita questo pomeriggio la latitanza di Giuseppe Parisi, detto 'Mames', fratello del boss Savinuccio. 52 anni, considerato il reggente del clan di Japigia durante la detenzione del boss, Giuseppe Parisi era ricercato dallo scorso 15 marzo, quando era sfuggito all'operazione 'Do ut des' con cui la Squadra Mobile di Bari, coordinata dalla Dda, ha decimato il gruppo criminale.

Giuseppe Parisi si è costituito questo pomeriggio in carcere a Bari, dove i poliziotti della Squadra Mobile, insieme ad agenti della Polizia Penitenziaria, gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. Le accuse sono, a vario titolo insieme ad altre 30 persone, di associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione aggravata dal metodo mafioso, detenzione e porto di arma comune da sparo aggravata dal fine di agevolare un’associazione di tipo mafioso, lesioni personali, violazione di domicilio, invasione di terreni ed edifici, furto e furto in abitazione, illecita concorrenza con minaccia e violenza in concorso ed aggravata dal metodo mafioso, favoreggiamento, minaccia.

Dopo l'arresto di Giuseppe Parisi e di Tommy Parisi, figlio del boss, presentatosi in carcere la scorsa settimana, resta ancora ricercato Battista Lovreglio, cognato di Savinuccio, considerato un altro uomo di fiducia del boss.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento