menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La partenza delle auto in corso Vittorio Emanuele - Foto Lorenza Moramarco

La partenza delle auto in corso Vittorio Emanuele - Foto Lorenza Moramarco

I bolidi d'epoca 'sfrecciano' in centro, Bari rivive il suo Gran Premio

Dopo la sfilata notturna di ieri, questa mattina la gara conclusiva della rievocazione storica, lungo un tracciato che abbraccia il borgo antico partendo da corso Vittorio Emanuele

I bolidi d'epoca 'sfrecciano' per le strade del centro, e la città torna indietro nel tempo. Dopo la sfilata notturna di sabato sera, questa mattina si è tenuta la gara conclusiva della Rievocazione del Gran Premio di Bari, la manifestazione sportiva che si svolse nel capoluogo pugliese dal 1947 al 1956.

Una grande giornata di festa, alla quale hanno partecipato tantissimi baresi, che sin dalle nove di mattina si sono assiepati lungo le transenne per assistere al passaggio dei bolidi d'epoca. Dopo l'apertura della manifestazione a cura della Fanfara dei Bersaglieri di Altamura che ha intonato l'inno nazionale italiano sotto la tribuna d'onore allestita in Piazza Prefettura, il via alla corsa. Nei tre giorni della Rievocazione, il pubblico, fanno sapere gli organizzatori, ha superato le 50mila unità.

LA GARA E I RISULTATI - Ad aggiudicarsi la gara di regolarità di questa mattina, svoltasi su un tracciato che ha abbracciato tutto il borgo antico (con partenza sempre da Piazza Prefettura) è stato Giuseppe Fasciolo, di Francavilla Bisio (Alessandria), che ha guidato una Fiat Ortolani del 1949. Con una penalità di valore 111 è quello che ha rispettato maggiormente i tempi di ogni giro (erano sei in totale per ogni macchina, da percorrere nel tempo previsto di 4 minuti e 20 secondi a giro), registrati dai pressostati - apparecchiature per il controllo dei tempi – e dai giudici di gara. Secondo classificato il leccese Francesco D'Agostino con una Stanguellini Sport del 1949, mentre la terza piazza del podio se l'è aggiudicata Roberto Pompili, di Cisterna di Latina (Latina), con una Singer Le Mans Sport del 1934.

In pista anche il sindaco di Bari Antonio Decaro, che ha disputato la seconda manche come copilota del vicesindaco Vincenzo Brandi, a bordo di una Hamblin Super Two del 1956 (sono arrivati 36esimi in classifica), mentre altri due assessori comunali, Silvio Maselli alla guida e Carla Palone copilota, sono giunti al 37° posto su una Ashely 750 del 1958.

Presente alla manifestazione anche il Presidente ASI (Automotoclub Storico Italiano, ente al quale è affiliato Old Cars Club) Roberto Loi, che ha premiato i vincitori con coppa e premi offerti dagli sponsor e si è dichiarato «entusiasta dell'organizzazione della manifestazione, svoltasi in uno straordinario clima di festa». L'appuntamento per la quinta edizione, annunciato dal Presidente di Old Cars Club Dario Catalano durante la premiazione svoltasi all'Hotel Palace, sarà per maggio 2017.

*Ultimo aggiornamento ore 18.00

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento