Cronaca

Alpini pugliesi morti sul Gran Sasso, recuperati i corpi

Dopo giorni di tentativi resi vani dal maltempo, i soccorritori sono riusciti a riportare a valle le salme di Giovanni De Giorgi e Massimiliano Cassa, i due militari pugliesi deceduti venerdì scorso dopo essere precipitati in un burrone durante un'escursione

Sono stati recuperati oggi i corpi di Giovanni De Giorgi, 26 anni, di Galatina, e di Massimiliano Cassa, 29 anni, di Corato, i due alpini pugliesi morti venerdì scorso durante un'escursione sul Gran Sasso. I due militari avrebbero dovuto raggiungere la vetta del Corno Grande, quando sono precipitati in un burrone.

Per giorni le operazioni di recupero delle salme - sia con elicotteri che da terra - sono state ostacolate dal maltempo che ha imperversato sulla zona. Solo nel primo pomeriggio di oggi i soccorritori dell'esercito, specialisti del nono reggimento alpini e i tecnici del corpo nazionale soccorso alpino e speleologico sono riusciti, non senza difficoltà, a raggiungere e a riportare a valle le salme.

Le salme sono state poi trasportate  nella camera ardente allestita all'interno della caserma Pasquali de L'Aquila, dove è stata allestita la camera ardente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpini pugliesi morti sul Gran Sasso, recuperati i corpi

BariToday è in caricamento