Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Emergenza rifiuti a Foggia, Grandaliano denunciato dagli ex dipendenti Amica

Il presidente dell'Amiu, in trattativa per garantire nei prossimi mesi la raccolta rifiuti nel capoluogo dauno, denunciato dai lavoratori dell'azienda che prima gestiva il servizio con le accuse di truffa, estorsione, interruzione di pubblico servizio, insieme al direttore generale De Biase

Il coinvolgimento dell'Amiu nella risoluzione dell'emergenza rifiuti a Foggia, con l'azienda in trattativa per rilevare il servizio di raccolta rifiuti nel capologo dauno, assume risvolti giudiziari. Nella giornata di ieri, infatti, alcuni ex dipendenti dell'Amica (l'azienda foggiana per la raccolta rifiuti, poi fallita) hanno presentato in Procura un esposto contro il presidente dell'Amiu Gianfranco Grandaliano e il suo direttore generale Antonio De Biase, denunciati per truffa, estorsione, abuso d'ufficio, interruzione di pubblico servizio e peculato per distrazione di fondi pubblici, insieme al sindaco di Foggia Gianni Mongelli e all'assessore regionale Elena Gentile. Le accuse dei lavoratori sono legate alla gestione della delicata vertenza Amica, i cui dipendenti - secondo un accordo prima bocciato, poi ripreso - dovrebbero essere assunti dall'Amiu. L'esposto-denuncia è finito anche all'attenzione del prefetto di Foggia, Luisa Latella, ed è stato inviato al Servizio Ispezione della Direzione Territoriale del lavoro proprio perchè potrebbe avere delle conseguenze sull'accordo occupazionale che verrà sottoscritto con l'Amiu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti a Foggia, Grandaliano denunciato dagli ex dipendenti Amica

BariToday è in caricamento