Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Gratta&Vinci, Bari tra le province italiane in cui si spende di più

Insieme a Brindisi, Foggia e Trapani, il capoluogo pugliese guida la classifica della province italiane in cui si spende di più per tentare la fortuna con i gratta e vinci. Nel 2011 i baresi hanno speso più di 300 euro a testa

Sarà perché credono nella Dea Bendata, sarà perché sono ottimisti, sarà perché la crisi spinge a sperare in una vincita economica inaspettata, sarà perché tentare la fortuna è divertente. Sarà... Fatto sta che i baresi sono ai primi posti (al quarto per la precisione) nella classifica nazionale per spesa pro capite "investita" in Gratta&Vinci. Una tendenza che sembra aver contagiato un po' tutta la Puglia, se è vero che sul podio spiccano altre due città pugliesi: Brindisi e Foggia, seguite da Trapani al terzo posto. Situazione completamente diversa al nord, dove la spesa pro capite in città come Torino, Trieste, Bolzano, Padova, non raggiunge neppure i 90  euro. A rendere note le cifre, che vedono comunque primeggiare tutte le città meridionali, è l'agenzia giornalistica Agicos, che periodicamente fornisce dati sull'andamento delle scommesse e delle lotterie a livello nazionale. E per quanto riguarda i Gratta&Vinci, il denaro speso dai baresi non è poca cosa: nel 2011 la spesa ha raggiunto i 307 euro a testa, mentre la vendita dei tagliandi in tutta la provincia di Bari ha fruttato complessivamente 481,9 milioni di euro. Senza dubbio una bella somma, di certo indicativa della fiducia che i baresi ripongono nella Dea Bendata. Ora resta però da capire se e quanto questa fiducia sia davvero ben ripagata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gratta&Vinci, Bari tra le province italiane in cui si spende di più

BariToday è in caricamento