Cronaca Gravina in Puglia

Gravina: scoperta maxi-frode fiscale da oltre 10 milioni di euro. Denunciate 13 persone

Evase tasse per 13,5 milioni di euro utilizzando l'espediente di false fatturazioni per l'esecuzione di opere edili mai eseguite. Per 6 indagati ipotizzata l'accusa di associazione a delinquere

Al termine di un'indagine nei confronti di un gruppo di imprese operanti nel settore edile con sede nel comune di Gravina in Puglia, la Guardia di Finanza ha scoperto un giro di frodi ed evasioni fiscali,

Secondo l'attività investigativa svolta dalle fiamme gialle della Tenenza di Altamaura, i reati sarebbero stati commessi attraverso l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Sono 13 le persone coinvolte a vario titolo nell’intera vicenda: tra di esse figura anche un consulente tributario. Per tutti gli indagati è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Per 6 di loro è stata ipotizzata anche l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode e all’evasione fiscale. In particolare, attraverso l’esame della documentazione contabile ed extra- contabile acquisita nel corso delle attività ispettive, facendo anche ricorso agli accertamenti bancari, sono state ricostruite numerosissime movimentazioni finanziarie, sconosciute al fisco riconducibili agli indagati.

Tra i meccanismi di frode ricorrenti vi era soprattutto quello legato all’emissione di fatture false per l’esecuzione di opere edili mai eseguite, con conseguente utilizzo fittizio di personale e mezzi. Le indagini hanno così permesso di constatare una sottrazione a tassazione di una base imponibile di oltre 10 milioni di euro, IVA non versata pari a 3,5 milioni di euro ed un indebito utilizzo di crediti di imposta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravina: scoperta maxi-frode fiscale da oltre 10 milioni di euro. Denunciate 13 persone

BariToday è in caricamento