Pneumatici, eternit e rifiuti ospedalieri: sequestrata discarica abusiva a Gravina

Nell'area di circa 20mila metri quadri i carabinieri del Noe hanno rinvenuto rifiuti speciali anche pericolosi. Per il proprietario dell'area è scattata la denuncia

Foto di repertorio

Un terreno agricolo di oltre 20mila metri quadri trasformato in discarica per rifiuti speciali e pericolosi. La scoperta è stata fatta dai carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari (Comando per la Tutela Ambientale), al termine di un monitoraggio del territorio a Gravina. 

Nel fondo erano stati sversati abusivamente rifiuti di vario tipo, costituti da pneumatici in disuso, coperture in eternit, bitume, guaine impermeabilizzanti in parte incendiate, barattoli e fusti in parti intrisi di olio, rifiuti ospedalieri. I militari hanno constatato inoltre una variazione della morfologia del territorio. 

Il proprietario dell'area è stato denunciato allo Procura  della Repubblica per la realizzazione di una discarica abusiva alta due metri di rifiuti speciali, con conseguente pericolo per la salute ed l'incolumità pubbliche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento