Cronaca

Furti notturni nelle scuole di Gravina, ladri immortalati dalle telecamere. Il sindaco ai cittadini: "Aiutateci a identificarli"

Tre colpi nell'ultima settimana in altrettanti istituti. Il Comune annuncia che diffonderà le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza: "La città aiuti gli inquirenti a identificarli"

Un frame dei video diffuso dal Comune di Gravina

Scuole prese di mira dai ladri, con incursioni e furti notturni, e il sindaco chiede aiuto ai cittadini per identificare i responsabili. Succede a Gravina, dove in meno di una settimana si sono registrati tre colpi in altrettanti istituti cittadini. 

Tre furti in cinque giorni

Nel mirino dei ladri, le cassette dei distributori automatici di merendine, anche attrezzature didattiche e computer. Il primo episodio è avvenuto tra mercoledì e giovedì nella scuola elementare “Michele Soranno”: bottino due pc ed un paio di centinaio d’euro. Tra sabato e domenica identico destino è toccato alla “San Domenico Savio”, con quattro personal computer asportati e distributori svaligiati. Infine, tra domenica e lunedì, copione ripetuto alla “Don Saverio Valerio”, per trafugare un televisore. 

Ladri immortalati dalle telecamere

Episodi tutti denunciati alle autorità competenti da parte dei dirigenti scolastici, che hanno anche fornito le immagini acquisite dalle telecamere a circuito chiuso, installate dall’amministrazione comunale. Immagini che potrebbero rivelarsi decisive per le indagini, tanto da spingere il Comune ad annunciare che saranno diffuse, per permettere anche a tutti i cittadini di fornire eventuali elementi utili per gli investigatori. In particolare, in due colpi - alla “Soranno” ed alla “Valerio” - le telecamere, fanno sapere dal Comune di Gravina, hanno ripreso le incursioni, quasi per intero: in un’occasione, infatti, oltre al momento dell’ingresso e dell’uscita dei malviventi è ripreso anche l’attimo in cui un’auto si ferma davanti alla scuola presa di mira per farne scendere i due giovani che poi porteranno a termine il colpo. Un elemento in più per risalire ai responsabili. 

L'appello del sindaco ai cittadini

"Quel che avviene – commenta il sindaco Alesio Valente – è grave, perché ogni qual volta una scuola finisce nel mirino si è davanti ad un attacco alla cultura ed all’educazione, che sono il cuore di una comunità. E ciò senza contare il danno economico, spesso insostenibile per le finanze pubbliche, legato al ripristino della vivibilità delle scuole ed all’acquisto del materiale didattico furtivamente prelevato". Stavolta, però, dice Valente, "siamo di fronte ad una possibile svolta: ci sono immagini chiare. Siamo sicuri che le forze dell’ordine riusciranno ad individuare gli artefici di tali atti di criminalità. Ne diffonderemo le immagini, perché la città possa aiutare gli inquirenti a risalire all’identità dei ladri". "Gli investimenti fatti in termini di sicurezza nelle scuole sono stati ingenti, dal 2012 ad oggi. Proprio in queste ore è in fase di completamento l’installazione anche di un sistema antintrusione a difesa della “Don Saverio Valerio”. È tuttavia chiaro - conclude - che senza la collaborazione dei cittadini, ed il potenziamento del controllo sociale, la sfida non potrà essere vinta. Noi stiamo facendo la nostra parte, ma adesso tocca alla città difendere le proprie scuole ed i propri figli".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti notturni nelle scuole di Gravina, ladri immortalati dalle telecamere. Il sindaco ai cittadini: "Aiutateci a identificarli"

BariToday è in caricamento