Cronaca

Gravina, interrotta l'erogazione di gas. Il sindaco chiude le scuole

I disagi da questa mattina in tutto il centro murgiano, probabimente a causa di una manomissione degli impianti. E' stato chiesto l'intervento della Protezione civile e il primo cittadino ha disposto per domani la chiusura di tutte le scuole

La riunione dei tenici dell'unità di crisi

Un'intera città senza gas. E' quello che sta accadendo dalle prime ore del mattino a Gravina, dove l'erogazione di gas negli edifici è stata completamente interrotta, probabilmente a causa di una manomissione degli impianti.

Il sindaco della cittadina murgiana, Alesio Valente, ha chiesto l'intervento della Protezione civile per cercare di individuare le cause del problema e ripristinare il servizio. Intanto per la giornata di domani, martedì 11 marzo, è stata disposta la chiusura di istituti scolastici pubblici e privati di ogni ordine e grado

In serata, dopo ore di lavoro, il metano è tornato almeno nell’ospedale, posto in cima all’elenco delle priorità individuate dall’unità di crisi che sta lavorando per cercare di risolvere il problema.

Sulle cause dell’improvviso blocco - informa una nota del Comune - sono in corso indagini affidate agli agenti del Commissariato di Polizia di Gravina. Gravissimi i disagi patiti da decine di migliaia di persone e da centinaia di aziende e attività produttive. "S’è trattato di un fatto eccezionale, assurdo ed increscioso, sul quale le forze dell’ordine hanno già avviato indagini", ha spiegato il sindaco Valente, precisando che "il Comune s’è mosso con celerità, pur in mancanza di specifiche competenze, per giungere quanto prima al ripristino del servizio da parte della società gestrice della rete".

La città è stata divisa in zone, ciascuna affidata alle squadre di tecnici (circa 300 in totale) messi in campo da Enel Rete Gas, affiancati dagli agenti del Comando di Polizia Municipale (alle direttive del capitano Nicola Cicolecchia) e dai volontari della Protezione Civile gravinese. Nella notte e nella prima mattinata di martedì massima attenzione sarà riservata, anzitutto, alle scuole, agli opifici della zona industriale, ai panifici, a bar e ristoranti, alle case di cura e di accoglienza, ai casi di particolare necessità. Subito dopo si procederà alla verifica della situazione casa per casa.

"Stiamo facendo il possibile – ha sottolineato Valente – per superare un’emergenza senza precedenti. Ringrazio quanti, con sacrificio, da ore stanno lavorando senza sosta per favorire il ritorno alla normalità. A tutti i miei concittadini chiedo pazienza e collaborazione: insieme, ancora una volta, usciremo dall’ennesimo momento difficile che segna la nostra comunità: meglio stare un’ora in più al freddo che non mettere a repentaglio l’incolumità propria e quella altrui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravina, interrotta l'erogazione di gas. Il sindaco chiude le scuole

BariToday è in caricamento