menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I muri dello stadio imbrattati

I muri dello stadio imbrattati

Gravina, raid notturno nello stadio: decine di svastiche sui muri

L'atto vandalico alla vigilia della partita che aveva come tema 'un calcio al razzismo'. L'episodio denunciato dal sindaco Valente: "Scritte già rimosse, pronti a costituirci parte civile contro i responsabili"

Decine di svastiche tracciate sui muri perimetrali dello stadio con la vernice nera. Le scritte, frutto molto probabilmente di un'incursione notturna, sono state scoperte questa mattina nella struttura sportiva comunale di Gravina e l'episodio è stato denunciato sui social dal sindaco Alesio Valente.

Raid alla vigilia della partita contro il razzismo

"Nel corso della nottata, protetti dal buio in cui amano vigliaccamente agire, alcuni teppisti evidentemente nostalgici dei brutti tempi andati sono entrati nello stadio, tracciando con la vernice nera decine di svastiche sul muro perimetrale", racconta Valente. "Nel giorno in cui allo stadio si andrà per tifare il Gravina e dare un calcio al razzismo, qualcuno ha provato a cambiare verso alle cose. Ci hanno provato, hanno fallito", ha aggiunto poi il primo cittadino. L'incontro odierno tra la squadra di casa, la Fbc Gravina, e il Francavilla, era infatti dedicato al tema della lotta alle discriminazioni: 'Un calcio al razzismo. Lo sport ha mille colori', lo slogan scelto per la partita.

Il sindaco: "Pronti a costituirci parte civile"

Le scritte - come ha fatto sapere lo stesso Valente - sono state prontamente cancellate da una squadra di operai inviata dalla Fbc Gravina. "Anche le forze dell’ordine sono all’opera - scrive il primo cittadino su Fb - impegnate a identificare i responsabili di questa infamia. Speriamo li prendano: ci costituiremo parte civile nell’eventuale processo. Ma sappiano che la loro offesa non ci troverà silenti: Gravina democratica e antifascista non resterà mai in silenzio dinanzi a simili assalti. Isoliamo questa gente: Gravina, per fortuna, è tutt’altra cosa. È il momento di ricordarcelo, di dimostrarlo".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento