Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Dalla lotta all'evasione al contrasto alla criminalità organizzata: l'impegno della Gdf barese, oltre 700 indagini negli ultimi 17 mesi

I numeri delle attività messe in atto da gennaio 2023 a maggio 2024 resi noti in occasione delle celebrazioni per il 250esimo anniversario della fondazione del Corpo

Circa 19mila interventi ispettivi e 750 indagini in 17 mesi: sono i numeri che riassumono l'impegno messo in campo negli ultimi 17 mesi dalla Guardia di Finanza di Bari nel contrasto agli illeciti economico-finanziari e alle infiltrazioni della criminalità nell’economia.

I dati sono contenuti nel bilancio operativo, relativo al periodo dal primo gennaio 2023 al 31 maggio 2024, reso noto oggi in occasione delle celebrazioni per il 250esimo anniversario della fondazione del Corpo.

Sul fronte del contrasto all'evasione fiscale, sono stati individuati 144 evasori totali, completamente sconosciuti al fisco (imprenditori o autonomi, molti dei quali operanti attraverso piattaforme di commercio elettronico) e circa 650 lavoratori in 'nero' e/o irregolari. I soggetti denunciati per reati tributari sono stati 543, di cui 3 arrestati. All’esito di indagini delegate dall’Autorità giudiziaria, sono stati inoltre cautelati e segnalati all’Agenzia delle entrate crediti d’imposta agevolativi in materia edilizia ed energetica inesistenti o ad elevato rischio fiscale, nonché sequestrati beni costituenti profitto dell’evasione e delle frodi fiscali, per un valore di oltre 110 milioni di euro.

Per quanto riguarda le attività relative alla tutela della spesa pubblica (con particolare attenzione ai progetti e degli investimenti finanziati con risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) sono stati eseguiti 284 interventi orientati a verificare la spettanza a cittadini e imprese di crediti d’imposta, di contributi e finanziamenti, oltreché la corretta esecuzione delle opere e dei servizi oggetto di appalti pubblici, per oltre 15 milioni di euro. Sul fronte dell'utilizzo delle risorse europee (come gli aiuti previsti per pesca e agricoltura), sono state accertare frodi per oltre 3 milioni di euro, con sequestri per circa 600 mila euro e 11 persone denunciate.

Sul fronte della spesa pubblica nazionale, nello stesso periodo, sono stati effettuati 1.192 interventi, di cui 524 in tema di reddito di cittadinanza e di nuove misure di inclusione e di supporto per la formazione e il lavoro. Nell’ambito della collaborazione con l’Autorità giudiziaria – penale e contabile – sono state eseguite 197 indagini in tema di spesa pubblica al cui esito sono stati denunciati 796 soggetti e segnalati alla Corte dei conti 109 responsabili, con l’accertamento di danni erariali per oltre 108 milioni di euro. L’azione del Corpo nel contrasto ai fenomeni corruttivi e agli altri delitti contro la Pubblica Amministrazione, portato all’arresto di 20 persone alla denuncia di 86 e al sequestro di disponibilità per oltre 300 mila euro.

In materia di riciclaggio e autoriciclaggio sono stati eseguiti 46 interventi, che hanno portato alla denuncia di 251 persone, di cui 6 tratte in arresto, e alla ricostruzione di operazioni illecite per circa 88 milioni di euro. 

È proseguita, altresì, l’azione del Corpo a tutela dei risparmiatori nel contrasto ad ogni forma di abusivismo bancario e finanziario, realizzate prevalentemente mediante canali telematici e sempre più innovativi strumenti digitali, con la denuncia di 26 soggetti e l’esecuzione di sequestri per oltre 830 mila euro. Ai confini terrestri, marittimi e aerei sono stati eseguiti 801 controlli sulla circolazione della valuta con la scoperta di illecite movimentazioni per circa 9 milioni di euro, l’accertamento di 258 violazioni nonché il sequestro di valuta, titoli e certificati contraffatti per circa 200 mila euro. In materia di reati fallimentari e del codice della crisi d’impresa, i beni sequestrati ammontano a circa 9 milioni di euro su un totale di patrimoni distratti di circa 61 milioni di euro mentre con riferimento alle condotte di usura ed estorsione sono stati denunciati 36 soggetti con sequestri per circa 1,5 milioni di euro

Nell’ambito del contrasto al crimine organizzato, finalizzato anche all’individuazione di fittizie intestazioni di beni, sono state concluse 6 indagini che hanno permesso di denunciare all’Autorità Giudiziaria 19 soggetti. In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 1.309 soggetti, che hanno portato all’applicazione di provvedimenti di sequestro, confisca e amministrazione giudiziaria per un valore di circa 20 milioni di euro

Nello stesso periodo oggetto del report, sono stati sequestrati 1.540 chilogrammi di sostanze stupefacenti, in prevalenza costituite da cocaina (1.337 chilogrammi) hashish (190 chilogrammi) e marijuana (11 chilogrammi), denunciando all’A.G. 269 soggetti (di cui 107 in stato di arresto).

Sul fronte della tutela dei consumatori, in seguito a mirate attività, sono stati sottoposti a sequestro circa 91 milioni di prodotti contraffatti, con falsa indicazione del made in Italy, non sicuri e in violazione della normativa sul diritto d’autore. Sono state, anche, sequestrate circa 337 tonnellate di prodotti agroalimentari (prevalentemente cereali e olio), recanti marchi industriali falsificati, indicazioni non veritiere nonché oggetto di frode commerciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla lotta all'evasione al contrasto alla criminalità organizzata: l'impegno della Gdf barese, oltre 700 indagini negli ultimi 17 mesi
BariToday è in caricamento