Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Il Bif&st apre le porte al Parco Nazionale dell'Alta Murgia

L'Ente Parco festeggerà i 10 anni partecipando al Festival. In programma la rassegna 'Bellezza, natura e cinema' e la degustazione di prodotti tipici del territorio murgiano

Il 5 aprile inizia la quinta edizione del Bif&st. Il festival cinematografico barese, per la prima volta, apre le porte al Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Questo infatti parteciperà all'evento con la rassegna 'Bellezza, natura e cinema', dedicata ai documentari naturalistici. Presenterà inoltre le proprie eccellenze enogastronomiche nel prestigioso parterre della manifestazione.

L’Ente Parco celebra dunque il suo decimo anniversario offrendo al pubblico una selezione di pellicole dedicate alla bellezza della natura e realizzate dai più apprezzati registi del genere. Numerose saranno le prime visioni e non mancheranno nemmeno titoli vincitori di prestigiosi concorsi internazionali.

"La parola bellezza, in tutte le sue declinazioni, rappresenta il nostro paese nel mondo anche grazie al cinema e ai suoi maestri. L’Italia custodisce risorse smisurate sotto l’aspetto culturale, artistico e paesaggistico e troppo spesso non ne abbiamo piena conoscenza. Quando abbiamo proposto a Felice Laudadio di inserire nel più importante festival cinematografico del Sud Italia una sezione nella quale raccontare lo spettacolo della biodiversità, partendo proprio dall’Alta Murgia, abbiamo immediatamente trovato terreno fertile: sono certo che la sensibilità del pubblico premierà questa scelta coraggiosa", ha commentato Cesare Veronico, presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

La rassegna si aprirà con la proiezione di "Alta Murgia, una terra strana" di Eugenio Manghi, regista cui è stata affidata la selezione degli altri titoli della sezione. Il documentario è il primo ambientato interamente nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia è ha raccolto un grande successo nelle piazze dei comuni del Parco. Adesso arriverà sugli schermi del Cinema Galleria, dove sarà proiettaro il 5 aprile (ore 19.00) e il 6 aprile (ore 15.30).

Altri otto film saranno nelle sale durante i giorni successivi, con due proiezioni quotidiane. Comune denominatore: bellezza della biodiversità e il delicato rapporto tra l’uomo e l’ambiente.

Le produzioni tipiche dell'Alta Murgia saranno invece protagoniste della 'zona vip' del Festival, con un allestimento a cura di Agenzia Puglia Imperiale turismo. Tutte le sere, nell'area del Teatro Petruzzelli riservata ad artisti e stampa, gli ospiti potranno assaggiare i sapori e l'atmosfera del paesaggio della Murgia. Ci saranno degustazioni di cardoncelli e burrate, canestrato e mandorle, lampascioni e cicerchie, taralli scaldati e olive sant’Agostino, olio extravergine e vino. Testimonial ideale della terra murgiana e dei suoi prodotti, l'Imperatore Federico II.

Finalità di questa iniziativa è la promozione del territorio e della sua cultura attraverso il cinema e dei suoi addetti ai lavori. Tutte le proiezioni della rassegna 'Bellezza Natura e Cinema' saranno a ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Bif&st apre le porte al Parco Nazionale dell'Alta Murgia

BariToday è in caricamento