Cronaca

Città metropolitana: il Consiglio approva il bilancio di previsione 2015

Soddisfatto il sindaco Decaro: "La prima manovra finanziaria della Città metropolitana, una tappa fondamentale che rappresenta un inizio importante per questo Ente"

Nella giornata di oggi il Consiglio metropolitano di Bari ha approvato a maggioranza lo schema del Bilancio di Previsione per l’esercizio finanziario 2015.

Si tratta del primo documento contabile della Città metropolitana, che il 25 settembre passerà al vaglio della Conferenza dei Sindaci.

“Quella di oggi è una tappa fondamentale per questo nuovo Ente – ha  affermato il sindaco Antonio Decaro -. Nonostante le difficoltà in cui vivono le Città metropolitane, così come le Province, siamo riusciti a chiudere in pareggio il bilancio 2015".

Secondo il sindaco tuttavia restano ancora da risolvere alcune anomalie riguardanti ad esempio i servizi welfare, i centri per l’impiego o la polizia provinciale, ma che si continua a gestire nelle more dell’approvazione della legge regionale di riordino.  

Decaro è fiducioso riguardo al futuro: "La sfida che ci attende ora - afferma - è quella di utilizzare al meglio le nuove funzioni che la legge ci ha conferito: in particolar modo la programmazione strategica che ci permetterà di individuare settori fondamentali su cui investire le risorse attraverso i fondi europei senza più dover passare dall’ intermediazione di Stato e Regione”.

La manovra complessiva approvata è di circa 543 milioni di euro con una spesa corrente pari a circa 220  milioni di euro e una spesa investimenti di circa 267 milioni di euro.

La Città metropolitana di Bari, quest’anno, ha contribuito alla finanza pubblica con circa 39 milioni di euro, un importo che ha inciso sull’erogazione di servizi essenziali. La manutenzione ordinaria delle strade provinciali è, infatti, passata dai 5 milioni e 300 mila euro dello scorso anno ai 2 milioni e 500 mila euro del 2015, così come per la manutenzione degli edifici scolastici si è passati da una somma impegnata nel 2014 pari a 2 milioni e 400 mila euro, ai 600 mila euro di quest’anno.

Il consiglio metropolitano, nel corso della seduta, ha anche approvato il piano delle valorizzazioni e alienazioni degli immobili provinciali per l’anno 2015 che prevede, come da regolamento, una terza asta di vendita ribassata del 10% rispetto al prezzo iniziale. Restano in vendita, per un totale complessivo di circa 48 milioni di euro, quattro immobili di proprietà dell’Ente: il palazzo della Questura ed il Provveditorato agli Studi di Bari, un deposito auto su Corso Alcide De Gasperi e l’immobile sulla strada provinciale Cassano – Mellitto, ex sede dell’istituto medico psico – pedagogico.

Approvato anche il progetto definitivo per il recupero, restauro e valorizzazione della Pinacoteca provinciale “Corrado Giaquinto” grazie ad un finanziamento regionale (Accordo di Programma Quadro Rafforzato “Beni ed Attività Culturali) pari a 823 mila euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana: il Consiglio approva il bilancio di previsione 2015

BariToday è in caricamento