Cronaca

Immobili confiscati assegnati a famiglie in difficoltà: "Bari modello a livello nazionale"

19 finora i beni recuperati e assegnati a persone in condizioni di emergenza abitativa. L'assessore al Patrimonio Introna: "Esperienza pilota di rilievo nazionale"

L'esperienza di Bari nel riuso dei beni confiscati alle mafie come possibile 'esempio' a livello nazionale. Dei 60 immobili confiscati, 19 sono stati recuperati e assegnati, in deroga alla normativa nazionale sul riuso sociale dei beni confiscati, a famiglie e persone in condizioni di estrema fragilità e in emergenza abitativa.

"Un’esperienza pilota e di rilievo nazionale - sottolinea l'assessore al Patrimonio Introna - su cui oggi anche il Governo ha avviato una riflessione sia per quanto riguarda le esigenze abitative dei soggetti in condizione di povertà estrema sul territorio nazionale che dei migranti presenti presso le città, così come previsto dalle linee guida del nuovo PON Legalità 2014-2020".

Dallo scorso marzo - rendono noto da Palazzo di Città -  a seguito delle nuove assegnazioni intervenute in sede di conferenza dei servizi con Agenzia nazionale per i beni confiscati e Prefettura, il Comune di Bari sta lavorando sull’acquisizione di 76 nuovi immobili, ville e locali commerciali, compiendo i dovuti sopralluoghi per verificarne le condizioni e stimarne le i costi per il recupero. Di questi, circa il 15% sarà destinato ad uso abitativo per persone in emergenza abitativa, il 3% ad attività economiche e istituzionali e la restante parte da assegnare a soggetti del terzo settore per fini sociali.

Per quanto concerne invece i locali confiscati a vocazione commerciale, "si procederà ad approfondimenti di tipo tecnico-economico per valutare la possibilità di rinegoziarne il canone attualmente in uso o posizionarli sul mercato. I proventi derivanti dagli immobili destinati a finalità commerciale confluiranno in un fondo dedicato al sostegno delle attività di antimafia sociale e di promozione della legalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili confiscati assegnati a famiglie in difficoltà: "Bari modello a livello nazionale"

BariToday è in caricamento