menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Importare mascherine e dpi in Puglia, dalla Regione il via libera. Emiliano: "Una mano per affrontare il covid"

Sarà possibile presentare domanda via internet dal prossimo 3 novembre. L'autorizzazione è valida per i "soggetti con domicilio fiscale in Puglia"  Le procedure saranno seguite da un gruppo tecnico che fa riferimento alla Protezione civile regionale

La Regione Puglia è la prima regione italiana a certificare in deroga e autonomamente mascherine, tute e dispositivi di protezione individuale importati da fuori Unione europea. Basterà, dal prossimo 3 novembre, collegarsi al sito della Protezione Civile Regionale per presentare domanda d'importazione dei Dpi attraverso dogane, porti e aeroporti pugliesi. 

L'autorizzazione è valida per i "soggetti con domicilio fiscale in Puglia"  Le procedure saranno seguite da un gruppo tecnico che fa riferimento alla Protezione civile regionale, individuata come soggetto attuatore.

“La Regione – dichiara il presidente Michele Emiliano – è a disposizione degli imprenditori pugliesi che vogliano importare merce da fuori Europa ma che sono in difficoltà con il rilascio delle certificazioni, rallentate a causa dell’elevato numero di domande a livello nazionale. Apriamo così delle concrete possibilità commerciali tra la Puglia e il resto del mondo, in modo da dare una mano all’intero sistema sanitario e all’intera comunità con la fornitura di Dpi in regola. Dopo aver aperto la fabbrica pubblica di mascherine, forniamo anche al sistema imprenditoriale un’opportunità preziosa in questo periodo di crisi”.

Il gruppo tecnico regionale, formato anche da esperti della Protezione civile, di Asset e del Sirgisl, produrrà i certificati basandosi sulla documentazione fornita, seguendo i criteri e in raccordo con il comitato tecnico nazionale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento