menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In coma per l'influenza, partorisce al sesto mese: migliora la 26enne ricoverata al Policlinico

I medici avevano deciso per il cesareo d'urgenza per salvaguardare la bambina e poter prestare alla donna le cure necessarie: oggi Daniela sta meglio, e anche le condizioni della sua piccola sono buone

A inizio febbraio, i medici del Policlinico avevano deciso di far nascere la sua bimba a 27 settimane con un cesareo d'urgenza, per salvaguardare la vita di entrambe. Daniela, infatti, 26enne della provincia di Bari, era stata colpita dall’aggressività del ceppo influenzale H1N1, che le stava provocando crisi respiratorie gravi. Di qui la scelta dei medici, per poter attaccare la mamma, indotta in coma farmacologico, alla Ecmo, una macchina per la circolazione extracorporea e l’ossigenazione del sangue. 

In queste ore Daniela si è risvegliata dal coma. Sta meglio, è tornata a respirare autonomamente, ha potuto rivedere suo marito e suoi parenti, e sentire per telefono l'altra sua bambina di sei anni. Per sciogliere la prognosi ci vorrà ancora qualche giorno, ma per lei il peggio è ormai alle spalle. Anche le condizioni della sua bambina- presa in cura dal reparto di Neonatologia - sono buone, anche se la prognosi, anche per lei, sarà sciolta tra un paio di settimane.

La donna, intervistata oggi dal Tg3 Puglia ha ringraziato i medici. Il direttore della Rianimazione del Policlinico, Francesco Bruno, ha colto l'occasione per  sottolineare l'importanza della vaccinazione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento