Cronaca

In un container 11 tonnellate di sigarette di contrabbando: sequestro al porto

Il carico, proveniente dalla Lituania e diretto al Regno Unito, era sprovvisto di documentazione commerciale e fiscale: era rimasto 'abbandonato' nel porto di Bari

Undici tonnellate di tabacchi lavorati esteri di contrabbando sono stati sequestrati da Finanzieri del Gruppo Bari e funzionari dell'Ufficio delle Dogane al porto.

Il carico illecito si trovava all'interno di un container scaricato dalla motonave portacontainers BF LUCIA proveniente dalla Grecia. I primi sospetti sulla presenza del carico illecito - spiega la Finanza - sono scaturiti da un primo esame dei documenti accompagnatori della spedizione, che presentavano incongruenze relative allo strano tragitto che le sigarette a marchio “Regina Red” avrebbero dovuto fare (dalla Lituania al Regno Unito) e al fatto che, decorsi i 90 giorni dal suo arrivo, nessun importatore si è palesato per dare una destinazione doganale alle bionde, nonché la mancanza di qualsiasi documentazione commerciale a scorta della spedizione né di qualunque altro documento fiscale accompagnatorio.

Militari e funzionati delle Dogane hanno quindi proceduto al sequestro delle sigarette e alla denuncia verso “ignoti” per il delitto di contrabbando aggravato di tabacchi lavorati esteri. Sono tutt’ora in corso gli sviluppi investigativi del caso per risalire ai reali destinatari delle sigarette.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In un container 11 tonnellate di sigarette di contrabbando: sequestro al porto

BariToday è in caricamento