Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

In viaggio nascosto nel bagagliaio di un'auto, fermato cittadino siriano al porto

L'uomo viaggiava a bordo di una vettura appena sbarcata da una motonave proveniente dalla Grecia. In manette due cittadini britannici, proprietari dell'auto, accusati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Viaggiava rannicchiato nel bagagliaio di un'auto,in parte nascosto da coperte e indumenti riposti alla rinfusa. Accanto a sè una bottiglietta di acqua, e anche un'altra bottiglia in plastica, utilizzata per raccogliere l'urina. Segno che quel viaggio, per un cittadino siriano di 29 anni, durava chissà da quanto.

A scoprire l'uomo sono stati gli agenti della polizia di frontiera e i militari della Guardia di Finanza in servizio nel porto di Bari. Il giovane extracomunitario viaggiava nascosto a bordo di un'auto appena sbarcata dalla motonave 'Superfast', giunta dalla Grecia.

In manette, con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, sono finiti due giovani, A.J., 40 anni, e la sua compagna P.S.E., 28, entrambi cittadini britannici, proprietari dell'autovettura. Il giovane, sceso dal bagagliaio, ha manifestato difficoltà motorie ed è stato soccorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In viaggio nascosto nel bagagliaio di un'auto, fermato cittadino siriano al porto

BariToday è in caricamento