menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, inaugurata la nuova ala est: "Sempre più strategico e smart"

La struttura, di circa tredicimila metri quadri, si sviluppa su tre livelli e ospiterà sei nuovi gate. Nella realizzazione dell'edificio, particolare attenzione è stata riservata all'efficienza energetica. Vendola: "Uno scalo sempre più bello e intelligente"

Grandi vetrate che lasciano filtrare la luce, linee essenziali ed elementi architettonici che evocano le bellezze di Puglia, come i pilastri a forma ottagonale rivestiti in pietra locale, richiamo diretto a Castel del Monte. Ma anche pannelli fotovoltaici integrati nelle facciate e sulle coperture, luci a led e sistemi di facciata a doppia pelle, secondo una logica di costruzione orientata al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale.

E' la nuova ala est dell'aeroporto 'Karol Wojtyla' di Palese, inaugurata ufficialmente questa mattina. Una struttura di circa tredicimila metri quadri, sviluppata su tre piani, dotata di sei nuovi gate, due dei quali già predisposti per l'installazione dei finger, i corridoi per l'imbarco e lo sbarco diretto dei passeggeri. Un'opera finanziata con poco più di 16 milioni e mezzo di euro: "Una struttura di grande efficienza costata circa 1000 euro a metro quadro, praticamente come la ristrutturazione di una casa", ha sottolineato durante la cerimonia il presidente dell'ENAC, Vito Riggio.

"Oggi - ha commentato l'amministratore unico di Adp, Giuseppe Acierno - consegniamo alla comunità una infrastruttura moderna, bella, innovativa ed efficiente. Siamo orgogliosi di poterci presentare al mondo con questo biglietto di visita, con un'opera che accoglierà la crescita del traffico dell'aeroporto di Bari, da soli due giorni riconosciuto come scalo strategico nazionale".

"Un aeroporto tra i più smart che ci siano in Europa", lo ha definito il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, "perchè negli anni ha guadagnato l'entrata della ferrovia, l'avvio del primo asilo nido aziendale e aperto al territorio, ha guadagnato questo raddoppio fatto secondo una concezione architettonica molto evoluta, che guarda al risparmio e all'efficientamento energetico". "L'efficienza, la funzionalità dei servizi aeroportuali - ha aggunto il governatore -  possono convivere anche con la dimensione estetica. Questo è un aeroporto bellissimo, non solo funzionale".

"Con questa inaugurazione - ha detto il sindaco Antonio Decaro - si concretizza un progetto di grande valenza strategica, un'infrastruttura che è frutto dell'impegno di tutte le istituzioni. Il  nostro aeroporto diventa un hub trasportistico straordinario, tra i più importanti del sud Italia, il primo ad essere collegato con il sistema ferroviario regionale e nazionale, e la città di Bari comincia a raggiungere quelo status di città europea che ha il diritto di avere".

In concomitanza con l'avvio della cerimonia, all'ingresso dell'area partenze è andato in scena il sit-in di protesta di un gruppo di lavoratori di Aeroporti di Puglia aderenti a Uil, Ugl e Legea, che contestano l'accordo tra AdP e la società privata Gh Puglia Srl per il trasferimento di 10 addetti ai servizi di handling dei voli Easyjet, che sarebbero a rischio licenziamento.

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/cronaca/aeroporti-di-puglia-sindacati-proteste-lavoratori-ex-easyjet.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento